Prezzi delle uve da vino in Italia 2018 sono in calo

Nonostante la produzione di uva da vino nel 2018 abbia visto una crescita del 13,8% e nonostante la produzione di vino sia aumentata del +15,1% rispetto al 2017, i prezzi delle uve sono diminuiti.

A renderlo noto è stata la Borsa Merci Telematica Italiani sui dati delle Camere di Commercio.

Andamento delle uve

Fonte: Wine News

Uve con andamento negativo

Il calo più significativo lo hanno registrato le uve destinate alla produzione del Franciacorta con un calo del -28% rispetto al 2017.

Altre uve che hanno subito dei cali sono: -19% Glera atta a Prosecco DOC, -15% Lambrusco DOC, -12 Glera atta a Prosecco DOCG Conegliano Valdobbiadene, -12% Dolcetto d’Alba DOC, -12% Pecorino d’Abruzzo DOC, -10% Montepulciano d’Abruzzo DOC, -5% Valpolicella, Recioto e Amarone DOC, -3% Barbera d’Asti DOCG.

Uve stabili e con andamento positivo

Risultano stabili le uve per i vini umbri come il Sagrantino (180 euro per quintale) e Torgiano Rosso (195 euro per quintale).

Uve che hanno un andamento positivo sono le uve destinate alla produzione dei grandi vini rossi toscani con prezzi stabili per le uve atte a Brunello di Montalcino (425 euro per quintale) e Nobile di Montepulciano (165 euro per quintale). In forte crescita sono le uve atte a Chianti Classico con +21% (170 euro per quintale), bene anche il Chianti con +8% (94 euro per quintale).

Risultano positive le uve piemontesi atte a Moscato con +5% /(113 euro per quintale), mentre risultano in calo le uve atte a Barbera d’Asti con -3% (87,5 euro per quintale) e la Barbera d’Alba con -9,5% (107 euro per quintale).

IN EVIDENZA

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi