fbpx

Umberto Cesari: continua attenzione alla sostenibilità

Sostenibilità

Umberto Cesari vigne

La Umberto Cesari fonda le sue radici sul rispetto della terra e la continua ricerca in termini di sostenibilità e innovazione. Sin dalla fine degli anni ’80 sono state adottate pratiche agricole volte a preservare terreni e viti: tra queste, l’utilizzo di prodotti solo a base vegetale permette di ridurre i residui tanto nei vigneti a conduzione integrata, come in quelli con regime biologico. Se cercate un approfondimento potete leggere l’articolo “UMBERTO CESARI LA ROMAGNA CHE NON TI ASPETTI“.

L’azienda è stata la prima in Emilia Romagna ad essere certificata nel 2018 con il “Sistema di qualità nazionale di produzione integrata” (SQNPI) per la produzione di uva e vini a garanzia delle pratiche agronomiche adottate.

Prevenire parassiti e malattie

Umberto Cesari vigne

Vermicompost, concimi organici, organo-minerali e micorrize vengono utilizzati per dare vitalità al suolo e difendere le piante da eventuali attacchi di parassiti e malattie.

In particolare, il vermicompost è un composto innovativo, assolutamente naturale, che sfrutta le capacità dei lombrichi della California di digerire letame e trasformarlo in un super food per rendere le viti più sane e forti e produrre così frutti migliori; le micorrize sono invece funghi assolutamente naturali che, lavorando in simbiosi con le radici della vite, garantiscono maggiore accesso al nutrimento, rendendola al tempo stesso più resistente ad attacchi patogeni.

Minimizzare l’irrigazione

Umberto Cesari vigne

Per migliorare l’ambiente e i poderi, viene utilizzata la zeolite, una polvere di roccia che permette di assorbire gli eccessi di acqua. Questa tecnica blocca la proliferazione di funghi e parassiti, oltre a ridurre l’apporto di concimi.

Sostenibilità in bottiglia, un aiuto per l’ambiente

Da sempre per abbattere le emissioni di CO2, l’azienda ricorre a particolari tappi di sughero che hanno un minor impatto ambientale e ha scelto, negli ultimi anni, di alleggerire il peso del vetro delle bottiglie del 20%. Questo garantisce minori emissioni sia in fase produttiva sia nella successiva fase di trasporto, perché pensare all’ambiente significa pesare meno su di esso.

IN EVIDENZA

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi