Chiacchiere: ricetta e abbinamento vino

Che differenza c’è tra le frappe e le chiacchiere? Nessuna!

Sono chiamate in tanti modi: chiacchiere, galani, crostoli, frappe, cenci, bugie … accompagnano con dolcezza il carnevale in tutta Italia, con ricette differenti e varie esecuzione, ma tutte gustose e sfiziose. Se non sapete come farle o non vi ricordate più … siete nel posto giusto!

Ingredienti:

  • 250 g di farina 00
  • 40 g di zucchero semolato
  • 40 g di burro morbido
  • 2 uova
  • 5 g di vino bianco, o rum bianco, o grappa, limoncello
  • 1 pizzico di sale
  • zucchero a velo q.b.
  • Olio di semi per friggere q.b.

Preparazione:

  1. In una ciotola setacciate la farina e versate il tutto in un recipiente più capiente.
  2. Versate lo zucchero, il sale, il burro, le uova e il liquore prescelto. Lavorate fino ad amalgamare bene gli ingredienti, fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo (abbrevierete di molto i tempi di lavorazione se disponete di un robot da cucina munito di farfalla, oppure di una planetaria munita di gancio).
  3. Trasferite l’impasto su un piano di lavoro, dove formate una palla, copritela con la pellicola trasparente, quindi riponete il panetto in frigorifero per almeno 30 minuti.
  4. Dividete la pasta in porzioni e lavorate ciascuna porzione, prima appiattendola con il palmo della mano, poi infarinatela, quindi tirate una sfoglia sottile con l’aiuto di una sfogliatrice (a mano o motorizzata).
  5. Mettete a scaldare l’olio per friggere e portatelo ad una temperatura di 150-160 °C.
  6. Con una rotella dentellata o con un coltello dividete la sfoglia in rettangoli abbastanza regolari, quindi praticate su ognuno due tagli centrali, paralleli al lato lungo.
  7. Friggete poche sfoglie alla volta, non più di 2-3 aiutandovi con una schiumarola e facendoli cuocere su entrambi i lati (fate attenzione a non bucare le sfoglie, quindi fatelo delicatamente)
  8. Scolate le sfoglie su carta assorbente per fritti e, una volta che si saranno raffreddate, impiattatele e cospargetele con lo zucchero a velo.

Qual è il vino in abbinamento?

Il vino in abbinamento è un Recioto della Valpolicella DOCG, vino rosso rubino intenso, con sentori di frutta matura, a bacca nera e rossa, e floreali di violetta. Al palato il gusto dolce e abbastanza sapido, fa i conti con l’acidità giusta a renderlo fresco e dal finale marcato di frutta con un retrogusto di agrumi.

IN EVIDENZA

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi