fbpx

Estate 2020: Passerina, alla scoperta del vitigno autoctono abruzzese

Uno dei vini bianchi più diffusi e apprezzati in tutta la zona adriatica è la Passerina, un vitigno antico che in Abruzzo gode dell’influsso del mare e da cui si ottiene un vino molto fresco, non molto strutturato, ma profumatissimo. Quando si parla di Passerina, la parola d’ordine è eleganza. È proprio il mare ad aggiungere sapidità e piacevolezza ulteriore. Dopo essere quasi scomparsa oggi sono molti i vignaioli che producono Passerina in purezza per esaltare proprio le sue spiccate doti aromatiche. Nella regione verde d’Europa è nata nel 2011 la DOC “Abruzzo” proprio per tutelare e valorizzare i principali vitigni autoctoni regionali, come la Passerina, capace di soddisfare anche i consumatori più attenti ed esigenti che amano vini freschi, fruttati ed eleganti, perfetti per la stagione estiva.

Attraverso la DOC “Abruzzo” si è voluto identificare in maniera diretta il territorio di provenienza di questo vino, a garanzia della sua qualità, tipicità e origine. La Passerina è un vino duttile e grazie a sperimentazioni e coraggio oggi la troviamo ferma, profumata e raffinata oppure spumantizzata per esaltarne acidità e profumi. Di seguito qualche consiglio per scoprire meglio questo vino, ottimo alleato delle proposte culinarie di pesce, che al palato risulta fresco, delicato, non troppo strutturato, con punte gustose di sapidità e un finale minerale con mandorle e fiori.

  • Azienda Biagi-Passerina in purezza

All’olfatto si presenta intenso ed elegante con sentori floreali, note di frutta a polpa bianca e delicati accenni speziati. In bocca si apre su una piacevole consistenza con una struttura lievemente acida che conferisce freschezza integrata ad un finale rotondo che conserva dolci sfumature fruttate. Ideale abbinamento con piatti a base di pesce, o formaggi a pasta fresca. (Scopri di più sul sito https://www.vinibiagi.com/)

  • Azienda Di Biase- Passerina IGT Colline Pescaresi “Torre Regia”

La storia di questa cantina nasce da un progetto di amore per la vite che il fondatore, Arnaldo Di Biase, mise a frutto nel 1989, dando alla luce un’azienda che vanta oggi 150 ettari di vigneti dislocati nelle province pescaresi. Qualità, passione e dedizione sono le linee guida, che consentono di monitorare l’intera filiera vitivinicola, con l’unico obiettivo di ottenere un prodotto che possa soddisfare il palato dei consumatori e garantire la genuinità di un vino, amato sin dalla nascita. La passerina di Di Biase si caratterizza per il profumo delicato, con sentore di note di fiori bianchi, gusto fresco e fruttato. (Per maggiori informazioni visita il sito https://www.cantinadibiase.it/)

  • Menicucci –Passerina Terre di Chieti IGP Ginesia

Premiato con diversi riconoscimenti, il vino Ginesia Passerina Terre Di Chieti (IGP) della Cantina Menicucci è prodotto con 100% uve biologiche. Trasparente con un colore giallo paglierino, è un vino equilibrato con una buona acidità, dal corpo medio o pieno e dal gusto fresco di fiori bianchi e frutta tropicale. A caratterizzare questa bottiglia – ottima anche come regalo – il packaging estremamente innovativo, unico e moderno: un binomio perfetto tra la bottiglia di vetro con filettature interne nell’imboccatura e il tappo di sughero con filettature dal design ergonomico, che offrono un’immagine di qualità, un eccellente conservazione del gusto e benefici ambientali. (Tutte le caratteristiche le trovi in https://www.menicuccivini.it/it/)

IN EVIDENZA

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi