fbpx

California: il nuovo che avanza nel mondo del vino

Parlando di California, qual è la prima immagine che vi viene in mente? Forse le spiagge di Malibu, o le ville lussuose di Bel Air o le strade e i tram di San Francisco … ma forse non sapete che negli ultimi decenni questo Stato americano si è dedicato alla viticoltura ed alcuni produttori sono riusciti a creare un’identità enologica di prestigio, in grado di competere con le migliori realtà a livello mondiale.

Il clima della California

Il clima è generalmente molto simile a quello mediterraneo-temperato, con estati calde e inverni non molto rigidi. L’oceano Pacifico, con le sue brezze, si insinua tra le valli e contribuisce a rendere fresche le notti nei vigneti. Le escursioni termiche tra il giorno e la notte possono raggiungere anche i 10-12 °C, la piovosità è concentrata in autunno e in primavera, le estati sono tendenzialmente secche, rendendo spesso indispensabile il ricorso all’irrigazione. Tutte caratteristiche che troviamo anche nelle nostre coste e che permettono agli acini di acquisire le proprietà organolettiche necessarie alla produzione di vini di qualità.

AVA e Zone vitivinicole

La California è il principale stato a vocazione vitivinicola negli Stati Uniti, con 300.000 ettari di superficie vitata ed una produzione di circa 25,1 milioni di ettolitri di vino, per un totale di 31,7 milioni di ettolitri prodotti da tutti gli U.S.A.

Le regioni maggiormente vocate alla produzione del vino sono Sonoma Country e Napa Valley (le più riconosciute a livello internazionale), anche se la maggiore produzione è nella Central Valley.

Le zone riconosciute AVA (American Viticultural Area che corrisponde all’Appellation d’Origine Contrôlée o AOC francese) sono North Coast, Central Coast e Southern California Region, Sacramento e San Joaquin Valley, Delta e Sierra Foothills, che a loro volta comprendono differenti distretti produttivi.

North Coast: Napa Valley e Sonoma Country

La prima importante zona vitivinicola è la North Coast ed interessa la costa a nord di San Francisco e comprende Napa Valley, Sonoma Country, Mendocino Country, Lake Country e Marin&Solano Countries.

A livello internazionale l’area più conosciuta è la Napa Valley occupa un’area di 45 km e si producono molti Cabernet Sauvignon e Chardonnay californiani di grande spessore e personalità; il riconoscimento AVA è arrivato nel 1981. Le sue 400 cantine producono circa il 5% del vino californiano.

Territorio parallelo alla Napa Valley è la Sonoma Country, nella quale il vitigno più diffuso è lo Chardonnay, seguito da Cabernet Sauvignon e Pinot Nero. Questa regione presenta 13 sottodenominazioni tra le quali spiccano Alexander Valley, Dry Creek Valley, Rockpile, Los Carneros, Russian River Valley e Sonoma Coast. Tutta quest’area produce l’8% del vino californiano.

Central Coast and Southern California Region

La seconda area vitivinicola importante è la Central Coast and Southern California Region: la Central Coast si estende per 380 km dalla San Francisco Bay verso sud, fino alla Santa Barbara Country, per arrivare alla Southern California Region, della quale fanno parte Los Angeles Country, San Bernardino Country e San Diego Country.

Nella Central Coast si producono soprattutto vini rossi partendo da Cabernet Sauvignon, Zinfandel e Pinot Nero (questo in minor quantità), mentre tra i vitigni a bacca bianca, accanto allo Chardonnay si trova l’inusuale Riesling.

Il clima favorisce una lenta maturazione delle uve, che vengono vendemmiate con una settimana di ritardo rispetto alle altre zone e questo ha effetto anche sulla qualità dei vini, nei quali risultano più intense le note olfattive.

Comunicazione e turismo in California

Oltre alla qualità dei vini, il successo californiano dipende anche dalla comunicazione efficace, grazie alla quale le cantine sono riuscite e riescono a farsi conoscere e sono rinomate per la loro accoglienza ai visitatori, con wine tasting point, negozi e ristoranti.

Ogni anno il turismo enologico richiama in California circa 14,5 milioni di visitatori, che non competono con Disneyland, ma sorpassano Hollywood.

IN EVIDENZA

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi