Torta di banane: ricetta e abbinamento vino

Oggi xtraWine vi propone un dolce semplice ed economico: parliamo della torta di banane!

La banana è uno di quei frutti esotici che non ha stagionalità e quindi si può apprezzare in freschezza da gennaio a dicembre. La banana è inoltre particolarmente indicata per chi pratica sport o per una breve pausa in ufficio. Principalmente per la sua versatilità ma anche per il suo contenuto in termini di potassio, carboidrati e sali minerali che vengono assimilati in modo particolarmente veloce attraverso questo frutto.

Buona sia calda che a temperatura ambiente, se non l’avete mai preparata continuate a leggere per scoprire la ricetta e il vino perfetto con cui accompagnarla.

Ingredienti:

  • 300 g di banane mature
  • 110 g di burro ammorbidito
  • 160 g di zucchero
  • 3 uova medie
  • 260 g di farina 00
  • 1 bustina di lievito per dolci

Preparazione:

  1. Prendete un contenitore e con 1 forchetta schiacciate le banane, aggiungendo un po’ di succo di limone per evitare che anneriscano.
  2. In un altro contenitore versate il burro ammorbidito e lo zucchero e con le fruste elettriche frullate per qualche minuto fino ad ottenere un composto omogeneo.
  3. Versatevi la purea di banane, quindi continuate a frullare.
  4. Rompete le uova (le uova non devono essere fredde da frigo, ma devono essere a temperatura ambiente) e versatele nel composto di burro e zucchero e continuate a frullarlo con le fruste elettriche.
  5. Setacciate la farina con il lievito, quindi aggiungetela al composto. Con l’aiuto di un leccapentole aggiungete la farina poco alla volta fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo, facendo attenzione di fare un movimento dell’alto verso il basso cercando di inglobare l’aria.
  6. Preriscaldate il forno a 200 °C, quindi imburrate una tortiera dal cerchio apribile.
  7. Versate il composto di burro, zucchero, banane, uova, farina e lievito nella tortiera, quindi infornate a 180 °C per 40-45 minuti. Verificate la cottura facendo la prova con uno stecchino.
  8. Una volta cotto, lasciato raffreddare, quindi servite la torta.

Qual è il vino in abbinamento?

Il vino in abbinamento è un Moscato d’Asti, un vino dal colore
giallo paglierino acceso, mentre all’olfatto sprigiona il suo caratteristico profumo muschiato a cui si aggiungono note floreali e fruttate; al palato invece risulta dolce e delicato.

Il Moscato d’Asti è un vino dolce a DOCG che si distingue per la sua freschezza e frizzantezza leggera; viene elaborato dal moscato bianco, un vitigno aromatizzato che si trova sin dall’antichità in tutto il bacino del Mediterraneo.

Tradizionalmente il Moscato d’Asti viene abbinato ai dolci anche se riesce a tenere testa anche ad altre pietanze salate quali antipasti e formaggi.

Il nome muscum da cui deriva è un chiaro riferimento al suo aroma, che ha fatto di questo vino uno dei capisaldi nello sviluppo della produzione enologica piemontese fondata su vini bianchi poco alcolici e aromatici.

Il Moscato d’Asti DOCG spesso viene confuso con l‘Asti DOCG che è uno spumante, mentre il vino Moscato d’Asti non prevede la presa di spuma.

IN EVIDENZA

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi