Costolette di agnello: ricetta e abbinamento vino

Proseguiamo la nostra marcia di avvicinamento a Pasqua con uno dei piatti immancabili del pranzo della domenica: Le costolette d’agnello!

La ricetta che vi proponiamo oggi è la più semplice che prevede la cottura alla griglia e pochissimi ingredienti ma di qualità per esaltare il sapore di questo taglio succulento.

Per agnello si intende l’esemplare della pecora con meno di un anno di vita. In particolare si può parlare di agnello da latte (o abbacchio), un esemplare di massimo 2 mesi, nutrito soltanto dalla madre e con un peso alla macellazione non superiore ai 15 Kg. Oltre a questa distinzione particolare, i capi dai 2 ai 12 mesi vengono classificati in base al peso. Così avremo gli agnelli leggeri, il cui peso sarà tra i 15 e i 25 Kg, e gli agnelloni, capi con peso al macello superiore ai 25 Kg.

Abbiamo visto come il peso dell’animale e la sua età diversifichino l’animale in questione, va da sè che i tagli che se ne ricaveranno saranno più o meno pregiati per caratteristiche e valori nutrizionali.

Vi proponiamo questa ricetta veloce e semplice, così da permettere anche a chi non avesse mai preparato l’agnello di apprezzarne il sapore e impararne la preparazione. Continuate a leggere per scoprire il vino perfetto in abbinamento.

Ingredienti:

  • 1000 g di costolette di agnello
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • sale, pepe q.b.

Preparazione:

  1. Prendete un batticarne e battete le costolette dal lato della polpa e non dal lato dell’osso (se volete potete aiutarvi con un foglio di carta forno).
  2. Mettete a scaldare una piastra per le grigliate e fatela scaldare per bene.
  3. Cospargete le costolette con olio extravergine d’oliva, cercando di spalmare l’olio in maniera uniforme. Salate e pepate.
  4. Cominciate a cuocere le costolette da entrambi i lati: saranno pronte quando le costolette saranno dorate uniformemente.

Qual è il vino in abbinamento?

Il vino in abbinamento che abbiamo scelto è un Cabernet Sauvignon toscano, vino rosso dal profumo intenso, con sensazioni complesse di spezie, liquirizia, vaniglia e marasca, ma dal sapore pieno, ricco e persistente di notevole struttura ed eleganza.

Il Cabernet Sauvignon è un vitigno di origine francese in particolare della zona di Bordeaux, particolarmente noto in quanto parte del celebre taglio bordolese.

Il suo arrivo nel nostro paese, quasi contemporaneamente a quello del cabernet franc, si ritiene sia avvenuto verso il 1820 in provincia di Alessandria.

E’ un grande vitigno, con il quale si ottiene un vino di colore rosso rubino deciso con sfumature violacee, quasi blu. Il profumo è molto intenso e fine, elegante, erbaceo e vegetale, fruttato con sentori di piccoli frutti neri, note mentolate e di cioccolato. Al gusto esprime eleganza, ed un ottimo equilibrio tra freschezza, tannicità e grande morbidezza.

La notevole struttura ed importante persistenza gusto-olfattiva, lo rendono particolarmente adatto all’affinamento in legno.

IN EVIDENZA

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi