fbpx

ZACCAGNINI: IL VINO, ARTE DELL’UOMO

L’Azienda Agricola Ciccio Zaccagnini è stata fondata nel 1978 da Marcello Zaccagnini a Bolognano (PE), piccolo borgo abruzzese ai piedi della Majella. Sin dal 1984 il Vino, Arte dell’uomo è l’espressione sintesi della vision, della mission, dei valori e della cultura aziendale e dell’imprenditore. È stato proprio quello l’anno in cui Joseph Beuys, uno degli artisti più influenti e rivoluzionari del Novecento, ha presentato il progetto “Difesa della Natura” nella bottaia della Cantina Zaccagnini. Numerosi sono gli scritti e le dediche che Beuys, ha lasciato nei locali della cantina vitivinicola. Oggi gli spazi dell’azienda si esibiscono come una mostra permanente nei quali arte e vino convivono in perfetta armonia, a partire dalla cancellata d’ingresso che introduce allo spazio richiamando le opere del maestro Pietro Cascella.

RISPETTO E TERRITORIO

Sin dal primo incontro con Beuys, l’imprenditore ha subito preso coscienza dell’importanza e della responsabilità che una realtà produttiva ha nei confronti del territorio e delle popolazioni che lo occupano, decidendo sin da subito di lasciare ai posteri un mondo migliore. È stato piantato un bosco di 450 querce che consente di compensare la CO2 prodotta e immessa dalla fermentazione dei mosti. Un simbolo, puro e trasparente, dell’attenzione che l’azienda riserva alla sostenibilità.

La Zaccagnini è attiva in questo senso e costantemente impegnata in pratiche ecosostenibili facendosi da apripista anche in progetti sperimentali in collaborazione con istituti di ricerca: negli anni sono stati ridotti per più del 50% i trattamenti antiparassitari e migliorata la salubrità delle uve grazie all’utilizzo di apposita tecnologia che permette il monitoraggio continuo delle condizioni climatiche e sviluppa modelli previsionali di sviluppo delle malattie delle piante. Sono state totalmente abolite le concimazioni chimiche grazie alla sostituzione con concimazioni biologiche con sovescio di piante quali la brassica e il favino, ad anni alternati.

La brassica apporta sostanza organica, arieggia il terreno grazie alle sue lunghe radici e riduce i nematodi (parassiti dannosi per la salute della vite); il favino    apporta azoto prontamente assimilabile che è uno degli elementi più importanti per la nutrizione delle piante. L’utilizzo della filtrazione tangenziale ha inoltre eliminato la produzione di rifiuti speciali quali la farina fossile ed il cartone filtrante.

DOVE C’E’ VIGNA C’E’ CIVILTA’

Oggi la cantina produce circa 6 milioni di bottiglie di vino provenienti da 500 ettari di vigneto. Varietà autoctone, che riservano nel Montepulciano d’Abruzzo la loro massima espressione, seguito dal Trebbiano, dal Pecorino e dalla Passerina… che rappresentano e raccontano l’identità abruzzese in tutto il mondo senza togliere spazio allo spirito internazionale della cantina che produce altresì alcune delle varietà cosmopolite più rilevanti quali ad esempio il Pinot Grigio. Quel tralcetto di vite sul collo delle bottiglie è stato sin da subito ambasciatore dei vini italiani nel mondo, sinonimo di qualità, territorio, legame, rispetto e orgoglio verso la terra e le proprie origini. Sono un omaggio al territorio e alla storia locale le linee San Clemente e Chronicon.

Recentemente rivisitate e completate rimandano all’abbazia di San Clemente a Casauria, a pochi passi dalla Cantina, costruita nell’ 871 per opera dell’imperatore Ludovico II e al Chronicon casauriense, raccolta di cronache medievali riguardanti la sopracitata abbazia e oggi conservato presso la biblioteca Nazionale di Parigi. La selezione delle migliori uve nel comparto regionale e orientamento sulle tecnologie danno alla linea Chronicon una visione dinamica ed avanguardista, ne sono espressione: Montepulciano d’Abruzzo DOC, Cerasuolo d’Abruzzo DOC, Abruzzo Pecorino DOC e Trebbiano d’Abruzzo DOC Eleganza ed armonia sono sinonimi di San Clemente: il Montepulciano d’Abruzzo DOC Riserva Terre di Casauria e il Trebbiano d’Abruzzo DOC nascono dalla selezione dellemigliori uve provenienti da vigneti quarantennali.

MAI FERMARSI

Lo spirito di Marcello Zaccagnini è sempre pronto a riservare sorprese…un imprenditore dalla personalità forte, carismatica e visionaria. C’è sempre un buon motivo per essere in moto e anche questa volta ne resteremo stupiti. A brevissimo torneremo a raccontarvi di progetti interni ed esterni alla cantina, pionieristici come sempre e dedicati a coloro i quali lui definisce le sue più grandi risorse… i suoi dipendenti e i wine lovers, amanti dei nostri vini, dell’arte e dell’amore per la natura.

IN EVIDENZA

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi