fbpx

Torta alle albicocche ricetta e abbinamento vino

Oggi xtraWine vi propone una torta senza cottura e a base di albicocche, adatta sia alla colazione che alla merenda per i bambini, oppure se avete ospiti volete usare la frutta di stagione.

L’albicocca nota come Prunus armeniaca, è un frutto ricco di betacarotene e licopene, sostanze utili alla pelle e adatte a combattere i radicali liberi e il colesterolo LDL (c.d. “colesterolo cattivo). L’albicocca è un alimento ricco di fibre, e grazie alla vitamina A, ha un forte potere antiossidante (la vitamina A contribuisce a combattere i radicali liberi).

Entriamo in cucina ed iniziamo la preparazione di questo dolce.

Ingredienti

Per la BASE:

  • 300 g di biscotti tipo Digestive
  • 140 g di burro fuso

Per la FARCITURA:

  • 550 g di Philadelphia
  • 220 g di panna liquida fresca
  • 90 g di zucchero a velo
  • 1 bustina di vanillina
  • 12 g di gelatina in fogli

Per il TOPPING:

  • 500 g di albicocche fresche
  • 230 g di zucchero semolato
  • 200 g di acqua
  • 60 g di maizena

Preparazione

  1. Iniziate con la preparazione con la base della torta: prendete i biscotti metteteli all’interno del cutter munito di lame e frullate i biscotti, quindi trasferite il composto in un terrina.
  2. Aggiungete il burro fuso e mescolate per bene il tutto.
  3. Prendete una tortiera dal cerchio apribile di 23 cm, foderatela con la carta forno, quindi distribuiteci all’interno il composto di biscotti e burro fino a formare uno strato omogeneo.
  4. Compattate il composto con un cucchiaio, quindi trasferite il composto in freezer per 30 minuti, oppure in frigorifero per 1 ora. 
  5. Preparate il topping alle albicocche: prendete un tagliere e tagliate a cubetti le albicocche, dopo averle lavate e asciugate accuratamente.
  6. Mettete sul fuoco una pentola, versateci le albicocche tagliate a cubetti, quindi versateci lo zucchero semolato e fate cuocere per 10-11 minuti. Una volta trascorso questo tempo spegnete il fuoco.
  7. Con il frullatore ad immersione emulsionate il composto, fino ad ottenere un composto omogeneo, quindi rimettetele sul fuoco.
  8. In una bacinella unite la maizena e l’acqua a filo e con la frusta a mano o con frullatore amalgamate fino ad ottenere un composto omogeneo e senza grumi, quindi aggiungetelo alle albicocche e zucchero emulsionate.
  9. Continuate fino a che il composto non si addensa, quindi trasferito una teglia o su un contenitore largo e basso e fate raffreddare il topping alle albicocche.
  10. Preparate la farcitura: per prima cosa immergete in una bacinella i fogli di gelatina in acqua fredda e fateli ammollare per circa 10 minuti.
  11. Prendete una ciotola e versateci 160 g di panna e iniziate a frullare, aggiungendo un po’ alla volta il Philadelphia.
  12. Quando il composto inizia a montare aggiungete lo zucchero a velo e la bustina di vanillina e continuate fino ad ottenere un composto fermo.
  13. Mettete sul fuoco un pentolino con la restante panna e scaldatela (non portatela a bollore), aggiungete la gelatina scolata, quindi versata nel composto di panna, Philadelphia, zucchero e vanillina e con un leccapentole fatelo inglobare facendo attenzione di fare un movimento dal basso verso l’alto, per evitare di smontare il composto.
  14. Togliete dal freezer/frigorifero la base della torta e dopo qualche minuto versateci la farcitura, facendo attenzione a livellare il composto. Fate riposare il tutto per circa 1 ora in frigorifero.
  15. Togliete la torta dal frigorifero, aggiungete il topping alle albicocche, quindi rimettetela in frigorifero per altre 4-5 ore.
  16. Potete guarnire la torta con qualche fetta di albicocca disposta a semicerchio, con qualche lampone, mirtillo o ribes.

Qual è il vino in abbinamento?

Il vino in abbinamento è uno Champagne Brut, dal caratteristico colore paglierino, caratterizzato da aromi di frutta candita, pesca e albicocca e dal sapore fruttato e vivace.

Uno dei vitigni più utilizzati per la produzione dello Champagne è lo Chardonnay, vitigno internazionale che dà ottimi risultati in tutto il mondo. In Francia è particolarmente diffuso nello Champagne e in Borgogna. In Italia è coltivato soprattutto in alcune regioni settentrionali come Trentino, Alto Adige, Lombardia, Friuli-Venezia Giulia e Veneto, ma si sta sempre più diffondendo anche al centro e al sud.

IN EVIDENZA

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi