fbpx

Le 4 maison di champagne più prestigiose

Lo champagne è senza dubbio il vino più bevuto e diffuso al mondo, ma anche tra le maison che li producono ne esistono di prestigiose.

Di maison famose ce ne sono tante, ma xtraWine ne ha selezionate 4 per voi.

Champagne Bollinger

La storia dello champagne Bollinger inizia quando nel 1650 la famiglia si stabilisce ad Ay. Nel 1700 la famiglia produce già champagne.

Nel 1829 Atanasio Louis Hennequin Emmanuel Count Villermont, ufficiale di marina, si unisce a Paul Renaudin e Jacques Joseph Bollinger nella produzione di vino spumante.

Jacques Joseph sposa Charlotte Villermont nel 1837. Dal matrimonio nascono 4 figli: Joseph, George, Marie e Henriette.

champagne bollinger

L’azienda con Joseph e George ha una svolta e riesce a farsi conoscere. Essi comprano diversi vigneti e ricevono diversi ordini dalle corti reali europee.

Jacques Bollinger, figlio di George, sposa Elisabeth Law de Lauriston Boubers nel 1923. Dopo la morte prematura del marito Jacques, Elisabeth prende in mano le redini dell’azienda. “Zia Lilly” gestisce la maison fino al 1971.

La Maison, con l’annata 1969, crea il famoso vintage “vigneto francese antico”. Questo vigneto è particolare perchè è progettato con due parcelle di Pinot Nero prefilossera, poste nel terroir chiamato “Croce Rossa” nel villaggio di Bouzy.

Bollinger è sinonimo di lusso e competenza. Nei film lo champagne preferito dall’agente segreto James Bond è Bollinger Grand Année.

Champagne Moët & Chandon

Dal 1743 Moët & Chandon è sinonimo di successo e glamour.

Claude Moët creò questo champagne alla fine del XVII secolo. Allora lo champagne arrivava alle tavole reali in barili.

Alcuni vetrai, idearono le bottiglie a forma di mela (thévenotes), poi quelle a forma di pera (champenoises).

Tuttavia, dopo l’editto del 1735 sulla qualità del vetro e peso di ciascuna bottiglia, Claude e Jean-Rémy Moët imbottigliarono un numero impressionante di bottiglie. All’epoca questa consuetudine ancora non esisteva, ma la storia ha dato ragione a questi due imprenditori.

Nel XIX secolo si beveva lo champagne anche tra la classe media e nei circoli letterari o artistici e finiva la prerogativa della classe aristocratica di bere lo champagne.

champagne moet

La “Riduzione François” consiste nella corretta proporzione di zucchero da aggiungere allo champagne, riducendo sensibilmente il rischio di rottura durante la fermentazione.

La designazione “annate”, indica, dal 1870, le annate con produzione eccezionale.

Nel 1863 Moët & Chandon registrò la designazione “Imperial”, quale tributo all’imperatore Napoleone I.

Nel 1935 il Dry Imperial venne dotato del blasone di Giorgio V.

Un’altra edizione speciale è quella creata per l’incoronazione di Edoardo VII. Il 1902 vide il lancio della “Cuvée per l’incoronazione”.

Questa cuvée venne usata per

  • l’incoronazione della Regina Elisabetta nel 1953
  • il matrimonio del Re del Belgio Baldovino nel 1960
  • il bicentenario degli Stati Uniti nel 1976

Nel 1956 Moët & Chandon fu il primo produttore di champagne ad adottare la capsula con la sommità di metallo e un sigillo di plastica (“bidule”), utilizzato nell’imbottiglia per l’invecchiamento in cantina.

Dom Pérignon è una marca di champagne prodotto da Moët & Chandon. La prima annata fu nel 1921, ma fu messo in vendita solo nel 1936. Sono nelle migliori annate si produce il Dom Périgon.

Champagne Pierre Mignon

La maison è gestita da Pierre e Yveline Mignon assieme ai loro due figli: Céline è responsabile delle vendite e delle esportazioni, mentre Hean-Charles è responsabile della produzione.

champagne pierre mignon

Questa maison produce champagne fin dal 1970. L’azienda è situata a Le Breuil, nella Valle della Marna. L’azienda ha una superficie di 14 ettari di proprietà.

Nel corso degli anni, la maison Pierre Mignon, si è sviluppata, raggiungendo oggi 390.00 bottiglie vendute in Francia e all’estero.

Champagne Perriet Jouet

Pierre-Nicolas-Marie Perrier e sua mogie Adèle Jouet a Epernay, nel 1811, fondano la Maison Perrier-Jouët.

Gli anemoni sono il simbolo della maison, che nascono nel 1902 come omaggio del maestro vetraio Émille Gallé.

champagne perriet jouet

Ogni bottiglia della cuvée Belle Epoque è un vero e proprio oggetto d’arte e conferisce alla bottiglia una dimensione estetica più marcata. Il suo ideatore fu Hervé Deschamps.

La maison Perrier-Jouët riesce ad ottenere uve eccellenti dai propri vitigni, che sono i migliori della regione e questo grazie a un terroir praticamente perfetto (65 ettari classificati al 99,2% nella scala dei cru champenois).

Approfondimenti: Champagne quando scade e come si conserva?, Come sciabolare una bottiglia di spumante.

IN EVIDENZA

X