fbpx

La D.O.C.G. Superiore secondo Duca di Dolle: tra Storia e Innovazione

Ci troviamo a Rolle, proprio in quel punto preciso che Andrea Zanzotto, uno dei più grandi poeti italiani del Novecento, definì “una cartolina mandata dagli dèi”. Se cercate un approfondimento potete leggere l’articolo “Solo grappoli raccolti a mano per le bollicine Superiori Duca di Dolle“.

Un piccolo borgo rimasto intatto nei secoli, il primo tutelato dal FAI (Fondo per l’Ambiente Italiano), nel cuore delle colline di Conegliano-Valdobbiadene: un paesaggio culturale unico in un’area di grande valore sulla Strada del Prosecco che l’Unesco nel 2019 ha riconosciuto come patrimonio mondiale dell’umanità, in cui è evidente l’interazione positiva tra uomo e ambiente.

duca di dolle prosecco

Ed è proprio qui che si trova Duca di Dolle, tenuta dalle antichissime origini, in cui i segni dell’arte della vinificazione risalgono al Medioevo. Un tuffo nella Storia che traspare dai filari ricurvi che, ancora oggi, sono adagiati sui ripidi pendii della D.O.C.G. Superiore, detti anche Rive, che circondano la tenuta di oltre 100 ettari tra vitigni e bosco e in cui le uve autoctone Glera, Verdiso e Perera, trovano la loro migliore espressione.

Queste sono le uve che danno vita al Prosecco Superiore DOCG nelle varianti EXD, BRT, Nino e CUV firmati Duca di Dolle.

Ogni lavorazione si compie esclusivamente a mano e con rese al metro quadro inferiori a quelle previste dal disciplinare, senza avvalersi di conferitori e potendo quindi mantenere il controllo al 100% della propria materia prima dal vigneto alla bottiglia. Questo è ciò che contraddistingue Duca di Dolle che, mantenendo fede alle usanze di un tempo ma utilizzando al tempo stesso le più avanzate tecnologie disponibili, ricerca costantemente la migliore espressione delle proprie uve, vino per vino, zona per zona.

Duca di Dolle è una realtà giovane e dinamica con degli obiettivi radicati, consolidati e molto sfidanti in termini di qualità, sperimentazione e innovazione, che quotidianamente persegue senza perdere di vista la tradizione.

Nino, il nostro Prosecco D.O.C.G. rifermentato in bottiglia, cosiddetto Col Fondo” dichiara il proprietario Andrea Baccini “è il vino a cui siamo particolarmente legati perché è il vino di famiglia, frutto della sperimentazione moderna di un metodo dalle origini più antiche ma sempre con quel tocco di innovazione nel processo che lo rende un prodotto estremamente contemporaneo”. E ancora: “Nino racconta anche la storia di questo luogo, dove il poeta contadino Nino Mura ospitava illustri scrittori e letterati dell’epoca, a metà Novecento, tra cui il famoso poeta Andrea Zanzotto che è colui che ribattezzò questo luogo proprio Duca Di Dolle”.

Un nuovo stile nel Prosecco Superiore: “less is more attitude” è il look firmato Duca di Dolle

Prosecco Duca di Dolle

Ciò che conta davvero è l’eccellenza dell’essenziale. Concentrare tutte le energie per mettere il meglio in ogni singola bottiglia: i sapori caratteristici della terra, la succulenza dei frutti, la fatica dell’uomo, la profonda conoscenza del mestiere, l’amore per ciò che si è e per ciò che si fa, la continua ricerca del miglioramento e dell’eccellenza, l’applicazione di metodi, conoscenze e tecnologie nuove.

Duca di Dolle è l’espressione della fusione tra modernità e tradizione: un equilibrio che emerge con uno stile pulito, essenziale ma di classe, proprio come la raffinatezza e l’eleganza delle bollicine Superiori proposte.

I vini Duca di Dolle sono perfetti per ogni occasione per sorprendere e per accompagnare i momenti più belli con quel buongusto che da sempre li contraddistingue.

EXD

Ottenuto con uve Glera, Verdiso e Perera coltivate all’interno della Tenuta di Rolle, è uno spumante armonico e piacevole, dalla dolcezza non invadente. Grazie ai suoi profumi agrumati e di frutta bianca e il suo perlage fine e persistente, è perfetto per accompagnare preparazioni in equilibrio tra il dolce e il salato

BRT

Prosecco Brut dal vivace perlage, ottenuto con uve Glera, Verdiso e Perera da viti di 25-30 anni coltivate secondo metodi rispettosi dell’ambiente all’interno della tenuta di Rolle.

Gradevole, fresco, ben strutturato e sapido: può accompagnare da solo anche un intero pasto, incontra i gusti giovani e moderni, sempre più orientati al mondo dei Brut.

NINO

Rifermentato in bottiglia senza l’aggiunta di zuccheri né di anidride solforosa, NINO è il “vino di famiglia”: l’espressione più autentica e naturale della tradizione del Prosecco.

La caratteristica velatura nel calice sprigiona profumi inebrianti di agrumi, fiori e crosta di pane. Ottimo vino conviviale, ideale per accompagnare formaggi stagionati, salumi e insaccati, ma anche per un intero pasto a base di pesce e crostacei. Si sposa molto facilmente con carni bianche e cacciagione di piuma tipica della pedemontana Trevigiana.

CUV

Cuvée a tiratura limitata ottenuta da uve 100% Glera provenienti da un singolo vigneto varietà lunga, di oltre 50 anni. È espressione di una zona unica, la “riva” per eccellenza: un singolo vigneto storico in forte pendenza che, grazie alla composizione del terreno e alla favorevole esposizione, regala pochi ma pregiati frutti. Leggiadro ed equilibrato con un piacevole finale minerale ed un’ottima complessità.

ROSÉ

Accanto al Glera, su una vera Riva con pendenze importanti, cresce il Pinot Nero, vitigno inconsueto per queste zone ma con grandi potenzialità.

Il Rosé 100% Pinot Nero conquista grazie a profumi intensi e piacevoli, insieme a note fruttate e floreali. Il residuo zuccherino non elevato lo rende versatile e adatto per festeggiare ogni occasione con stile, esclusività ed un tocco glamour di colore.

IN EVIDENZA

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi