fbpx

Il Sumaré di Tenute Rubino: il primo spumante metodo classico da susumaniello

Sumaré è l’intuizione di Tenute Rubino fatta vino: il primo spumante metodo classico a base di susumaniello.

Questo innovativo Susumaniello spumantizzato, con le sue tre diverse interpretazioni, è la bollicina perfetta per ogni circostanza, ideale a tutto pasto così come perfetto per celebrare i momenti più importanti, per festeggiare le grandi occasioni e da godere in compagnia durante le feste.

È uno spumante metodo classico ambizioso e singolare, rappresentazione della concreta dimostrazione di una Puglia dei rosati che decide di intraprendere percorsi verso concetti innovativi: vini eleganti, dal colore brillante e dalla connotazione aromatica che passa dai più classici sentori di lieviti tipici della spumantizzazione metodo classico, ai più delicati accenni fruttati di lampone, melagrana e ciliegia.

spumante tenute rubino sumarè

Un vino per conquistare i palati più esigenti

Elegante e fine, equilibrato e dal gusto lungo e persistente, frutto della sosta sui lieviti per 30, 42 e 60 mesi, questo vino ha subito conquistato i palati più esigenti come emblema di una spumantistica tutta pugliese, che partendo da un varietale autoctono e dalla cultura pugliese del vino rosato, si facesse espressione della tradizione in un concetto vitivinicolo nuovo e pioneristico. 

La Puglia del vino parla più lingue e tutte, a loro modo, raccontano le grandi possibilità di una terra che per caratteristiche pedoclimatiche, per ricchezza ampelografica e per cultura vitivinicola può raccontare l’eccellenza.

Tenute Rubino, che ha sempre voluto essere una realtà pionieristica che trovasse forza nella capacità di fare tesoro della tradizione per riproporre innovazione, ha cercato di valorizzare al massimo ogni caratteristica di questa regione, interpretata come un dono, credendo solo nella qualità e provando ad osare anche laddove nulla è sembrato scontato.

Proprio con questa filosofia, dopo il Progetto di salvaguardia e valorizzazione del Susumaniello – varietale autoctono pugliese a bacca nera – che ha portato oggi Tenute Rubino ad essere conosciuta in tutto il mondo come ‘’la Casa del Susumaniello’’, ha  scommesso su una ulteriore novità: lo spumante metodo classico da Susumaniello.

Lo spumante metodo classico da Susumaniello

Il Susumaniello è un varietale autoctono pugliese a bacca nera e tra le sue caratteristiche, oltre alla carica antocianica che ne determina il particolare colore bluastro, quella che senz’altro ha portato Tenute Rubino a scommettere sulla sua spumantizzazione, è la sua interessantissima acidità. 

Ecco dunque che dalle viti ad alberello della tenuta di Jaddico, quella destinata alla coltivazione del Susumaniello, piccole quantità vengono vendemmiate in anticipo rispetto alla loro normale maturazione proprio per garantire una acidità adeguata al processo di rifermentazione in bottiglia con cui si produce il metodo classico Sumaré.

La tenuta di Jaddico è l’unica tra le cinque della famiglia Rubino ad essere destinata al Susumaniello, questo perché dopo attenti studi agronomici riguardanti suolo, sottosuolo e clima, si è compreso essere quella che meglio possa garantire l’altissima espressività di questo affascinante varietale pugliese. 

Situata a 8 km a nord di Brindisi lungo la dorsale adriatica, il suolo della Tenuta di Jaddico si caratterizza per la sua composizione di origine calcarea con una certa presenza di una frazione sabbiosa e per una incredibile vicinanza al mare.

Proprio la presenza sabbiosa, e la vicinanza al mare, caratterizzano in modo peculiare i vini della Tenuta di Jaddico, in particolare, gli spumanti che nascono dalle uve di Jaddico acquisiscono caratterizzazione acida dalla connotazione sabbiosa del suolo e una certa sapidità dalle brezze marine che si poggiano sui vigneti e dalle infiltrazioni di acque salmastre che giungono nel sottosuolo portando nutrimento alle piante.

Susumaniello sul mare, ed è subito Sumaré.

spumante tenute rubino metodo classico

Ricerca e la sperimentazione sono due elementi insiti nel DNA di Tenute Rubino, ad arricchire la già inedita esperienza della spumantizzazione del Susumaniello è arrivata la scommessa di Luigi Rubino di provare a esprimere questo prodotto in tre diverse declinazioni: 30, 42 e 60 mesi di affinamento sui lieviti.

 

Sumaré 30 mesi

Sumaré 30 mesi, dosage Brut, selezionato nella Top10 “Miglior vino in abbinamento con il sushi” ai Sakura Awards 2016 in Giappone, è un metodo classico dal colore rosato che con finezza ed esuberanza e con il suo fine perlage, esprime con enfasi profumi di lieviti e ritorni di frutti rossi, ideale da assaporare con cruditè di mare, carpacci e tartare.

Sumaré 42 mesi

Sumaré 42 mesi, dosage Brut Nature, racconta il Susumaniello spumantizzato in modo elegante e innovativo, con quell’appeal tipico di una bollicina piacevole e divertente, ottimo per abbinamenti che abbraccino le tempure e i salumi, i formaggi semistagionati e stagionati e le più classiche preparazioni a base di pesce.

Sumaré 60 mesi

Sumaré 60 mesi, dosage Brut, figlio di un lungo affinamento sui lieviti, con il suo colore rosato brillante e la sua grande eleganza, è quella versione di Sumarè di carattere e personalità che, con la sua struttura e il suo fascino, può essere il protagonista dei vostri momenti migliori, che sia durante un aperitivo, sulle vostre tavole natalizie o per un brindisi straordinario.

Questo viaggio nella spumantistica targata Tenute Rubino ci ha portati a conoscere da vicino le ‘’dame’’ della gamma vini Rubino come due diverse e belle espressioni di un’idea vitivinicola pugliese che nella voglia di osare, di sperimentare e di innovare, rappresenta le altre dimensioni del vino di Puglia da far conoscere al di là di quelle più note e popolari.

È l’idea di una rappresentanza territoriale che non lascia un potenziale incompiuto, ma che va ben oltre la vocazione specifica di ogni regione vitivinicola d’Italia, e si fa portatrice del messaggio che laddove c’è coraggio, studio e lungimiranza, la qualità non è mai impossibile.

IN EVIDENZA

X