fbpx

Il Franciacorta è il vino più venduto del 2018

Il Franciacorta è il vino con denominazione DOCG più venduto nel 2018 con una percentuale del 10%, al secondo posto c’è l’Amarone della Valpolicella con il 9%, seguito dal Prosecco DOC/DOCG con un altro 9% ed infine il 4% del Brunello di Montalcino. Le percentuali ed i dati sono stati raccolti dall’Osservatorio Signorvino-Nomisma che ha acquisito i dati attraverso un monitoraggio di 15 punti vendita sul territorio.

Questi
risultati sono stati presentati il 19 dicembre a Milano: gli altri vini che non
rientrano nel podio, ma che hanno ottenuto buoni risultati troviamo il Lugana, il
Rosso di Montalcino ed il Pinot Nero, seguiti da Prosecco, Amarone e Trento
Doc.

Ma quanto sono disposti a spendere
gli italiani per l’acquisto di vini?

Dai dati raccolti il 21% degli italiani è disposto a spendere dai 14,90 ai 19,90 euro per una bottiglia di vino, mentre il 20% degli acquirenti preferisce la fascia di prezzo più bassa, cioè dai 9,90 euro ai 14,90 euro. Ma i vini compresi nella fascia di prezzo tra 24,90 ed i 49,90 euro che convincono una percentuale maggiore degli italiani (25%), sia per il consumo in enoteca, che per l’acquisto.

I vini più apprezzati sono i vini rossi con il 41%, le bollicine conquistano il 25%, seguite dai vini bianchi con il 18%, infine troviamo, con il 6%, i vini dolci e al 4% i vini rosati.

Tali percentuali sono generali, perché dai dati emerge che mentre
le donne prediligano i vini leggeri e preferiscano essere consigliate da una
persona esperta, gli uomini, con un’età in media maggiore rispetto a quella
delle donne, prediligono vini strutturati e di una certa importanza, cioè vini
con etichette prestigiose.

La fascia campione per il consumo dei vini va dai 18 ai 65 anni e da questa risulta che solo il 16% dei consumatori beve vino ogni giorno, il 23% lo beve 2-3 volte alla settimana, mentre il 29% si concede un calice 2-3 volte al mese, mentre il 15% della popolazione non beve e consuma vino.

Ma
gli italiani dove vanno a comprare il vino?

Il 35% degli italiani acquista abitualmente in enoteche e negozi specializzati, il 74% lo fa soprattutto in supermercati ed affini, il 32% lo acquista direttamente dal produttore, il 12% nei discount ed il 4% on line.

Ma quali sono i criteri per la scelta del vino?

Al primo posto c’è il territorio di produzione, poi la denominazione, ed infine il vitigno. Prezzi bassi e promozioni sono presi in considerazione solo dal 4% dei frequentatori di enoteche.

Infine chi è l’acquirente medio?

In base ai dati acquisiti in enoteca acquista una persona sempre più informata sul mondo del vino, che ama essere informata sulla storia e le origini dei vini e delle cantine navigando sul web. Il suo reddito medio è di oltre 2.500 euro al mese.

Voi vi ritrovate in queste statistiche?

IN EVIDENZA

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi