Domaine Confuron Cotetidot

Con quel fare alla Lee Van Cleef de “Il buono, il brutto, il Cattivo”, Yves Confuron sembra incarnare al meglio lo stereotipo del vignaiolo burbero e poco propenso al dialogo. Eppure bastano pochi assaggi dei suoi vini per capire che dietro quell’espressione distaccata e quello sguardo sornione si nasconde uno dei più abili vinificatori di Borgogna.

Consulente di importanti realtà della Cote d’Or, Yves è il régisseur dell’azienda di famiglia, il domaine Confuron-Cotetidot a Vosne-Romanée. Si tratta di un domaine storico, in possesso di undici ettari di vigne prevalentemente nella Côte de Nuits, dove vanta appezzamenti in diversi Grand Cru dal valore mitologico: Echezeaux, Clos de Vougeot, Charmes-Chambertin, Mazis-Chambertin. A questi si deve aggiungere, per prestigio, anche una porzione nel Premier Cru di Vosne-Romanée Les Suchots. Yves lavora nel segno della tradizione, con una raccolta delle uve a piena maturazione, rese parsimoniose che raramente raggiungono i trenta quintali per ettaro e una vinificazione a grappolo intero senza controllo delle temperature. L’uso dei legni nuovi è omeopatico. Così nascono vini strettamente legati al territorio di provenienza; vini dalla densità generosa e dall’energia tannica vibrante, pensati per sfidare il tempo e per appagare i palati più intransigenti. Grandi Pinot Nero di Borgogna che sanno arrivare al cuore.

Importato in Italia da Balan srl di Trebaseleghe, PD.

(Filippo Apollinari – www.enocode.com).

Cerco di trasformare in parole le emozioni che leggo nei racconti, negli attimi di vita quotidiana, nelle gocce di vino.

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi