fbpx

Da 5 generazioni la famiglia De Stefani ricerca l’eccellenza

De Stefani

Refrontolo, un paesino collinare del Veneto, tra Conegliano e Valdobbiadene nel cuore del patrimonio UNESCO, noto per la sua tradizione vitivinicola. La coltivazione della vite qui ha radici molto antiche, così come sono molto antiche le radici della famiglia De Stefani, originaria dello stesso paese trevigiano. Oggi giunti alla quinta generazione l’azienda De Stefani ha sede a Fossalta di Piave – Venezia e possiede tenute anche in provincia di Treviso. I vitigni di Glera, Pinot grigio, Tai, Chardonnay, Sauvignon, Cabernet, Merlot, Refosco, Raboso e Marzemino vengono coltivati in moderni vigneti a guyot con impianti ad alta densità, tutti riconducibili all’espressione di eccellenza, testimoniata dal numero impressionante ottenuto nelle Guide di punteggi oltre i 90!

Conosciamo meglio l’azienda con qualche domanda rivolta al produttore Alessandro De Stefani.

Ci presenta l’azienda in “formato social”?

Cinque generazioni, una famiglia. 8.400 ceppi per ettaro, vigne vecchie di 40 anni, vitigni autoctoni e singoli vigneti (Cru) tra Venezia e Treviso, particolari tecniche di vinificazione, filosofia naturale e sostenibile con principi biologici e biodinamici. Si imbottigliano solo le annate meritevoli, in quantità limitata.

Cosa significa per Alessandro De Stefani essere un “artigiano del vino”?

“Sono tre gli elementi che guidano la produzione dei nostri vini. In primis la tradizione del territorio dove produciamo i vini. Abbiamo una vasta gamma di prodotti, ma sono tutti legati allo stile e alle tipicità dei luoghi in cui nascono. Il secondo elemento è la storia della nostra famiglia, quindi tutto il bagaglio di conoscenza, di esperienza frutto di cinque generazioni. Infine l’obiettivo enologico, ovvero l’eleganza e la ricerca dell’eccellenza.”

De Stefani cantina

In che senso il concetto di sostenibilità per voi è un valore fondamentale?

“La sostenibilità inizia in vigna con lavorazioni biologiche e biodinamiche, utilizziamo al minimo i macchinari all’interno dei terreni per ridurre l’emissione di carburante e la compattazione dei suoli. Per quanto riguarda i lieviti, utilizziamo solo lieviti provenienti dai nostri vigneti. Abbiamo selezionato per circa 6 anni centinaia di lieviti, cercandoli nella buccia delle uve che popolano i nostri vigneti. Di questi ne abbiamo identificati due, uno dal vigneto di Fossalta di Piave e uno da quello di Refrontolo. Sono stati registrati e ora siamo gli unici che possiamo utilizzarli.

Per finire, tutta la vinificazione fino all’imbottigliamento avviene senza aggiunta di solfiti e conservanti. Viene aggiunta una piccola quantità di solfiti solo al termine del processo di produzione, non manipoliamo le uve riuscendo, così, a preservare le caratteristiche dell’annata. La nostra cantina è dotata di 418 pannelli solari, che ci permettono di essere autonomi a livello energetico e durante la notte abbiamo un sistema che blocca i nostri macchinari, determinando un netto risparmio d’energia durante le ore notturne, tutto questo ci permette di essere sostenibili!”

Il Prosecco De Stefani è il migliore al mondo!

“L’azienda agricola De Stefani di Fossalta di Piave, infatti, si è classificata al 1° posto al mondo come Prosecco e al 43° posto nei vini con lo strepitoso punteggio di 93 punti nell’Olimpo dei 100 MIGLIORI VINI DEL MONDO della famosa Guida Wine Enthusiast nel 2020 con il Rive di Refrontolo Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG Millesimato. L’etichetta nasce nel 2018 nel comune di Refrontolo, nel cuore di Conegliano Valdobbiadene, il termine “Rive” indica i ripidi pendii collinari, considerati delle sottozone dove si concentra un microclima eccezionale per la coltivazione dell’uva Glera. La raccolta è manuale con rese bassissime, nel rispetto del disciplinare di produzione, la fermentazione in autoclave brucia tutti gli zuccheri e in questa particolare tipologia il dosaggio zuccherino è pari a zero.

Nel bicchiere il colore è il classico giallo paglierino dai riflessi tendenti all’oro verde, al naso prevalgono i profumi della mela, della pera e dei frutti esotici, al sorso risulta delicato nella sua piacevole eleganza, un vino preciso, che sul finale si lascia ricordare anche per la sua nota ammandorlata. Perfetto in abbinamento con un piatto di pesce crudo e con un spaghetto alle vongole. Questo risultato è una vera soddisfazione dopo tutto il lavoro e la dedizione che la nostra famiglia con i nostri collaboratori mettono ogni giorno nel produrre vini con tanto amore e professionalità!”

De Stefani Valdobbiadene Prosecco Superiore

Perché così tanta attenzione ai vitigni autoctoni?

I vitigni autoctoni sono la storia di un territorio e delle persone che ci hanno vissuto. Si sono adattati a quel posto nel corso dei secoli e i produttori hanno imparato a conoscerli e a domarli per fare dei grandi vini. Il nostro amore è per questi vitigni che riflettono una storia e una filosofia. Parliamo di Glera, Tocai friulano, Raboso, Refosco e Marzemino. Da queste perle vogliamo trarre il massimo, dei vini che possano lasciare un segno anche dopo decenni dal loro imbottigliamento.

vigne De Stefani

IN EVIDENZA

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi