fbpx

Il vino rosso protegge i denti

Tra le tante funzioni benefiche che caratterizzano il vino rosso, oggi ne scopriamo una nuova: il dolce elisir protegge i nostri denti. Si, perché pare che il rosso protagonista delle nostre tavole sia un valido alleato nella protezione dei denti dai batteri portatori di carie e placche per mezzo di polifenoli in esso presenti.

Sono i ricercatori dell’American Chemical Society che sul Journal of Agricultural and Food Chemistry a pubblicare lo studio intitolato “Inhibition of Oral Pathogens Adhesion to Human Gingival Fibroblasts by Wine Polyphenols Alone and in Combination with an Oral Probiotic”. Le ricerche mostrano come tali polifenoli presenti nel vino, intesi come molecole naturali dalle proprietà antiossidanti, siano in grado di prevenire l’ossidazione e garantire una protezione per il corpo rispetto ai danni causati dai radicali liberi. Inoltre, gli studi fanno emergere il fatto che i polifenoli possano combinarsi e interagire con i batteri dello stomaco donando un migliore stato di salute.

Questi risultati non destano forti dubbi se si pensa alle piante e ai frutti che si attivano costantemente nella produzione di polifenoli, al fine di evitare possibili infezioni da parte di batteri nocivi e di altri agenti patogeni. Così, gli studiosi sono giunti alla conclusione che i due polifenoli in isolamento (acido caffeico e acido p-Cumarico) sono in grado di diminuire la capacità dei batteri di attaccarsi alle cellule. Oltre queste ricercate verità, hanno potuto notare come nel contatto  con lo Streptococcus dentisani, i polifenoli aumentano il loro potenziale respingendo con più vigore i batteri patogeni.

Tutto questo si pensa essere possibile anche grazie ai metaboliti che si creano nel momento in cui la digestione prende inizio nella bocca. Tuttavia, i ricercatori pur asserendo le confermate capacità dei polifenoli del vino nella difesa dei denti, mediante il contrasto dell’insorgere di carie, placche e paradontite, non hanno rilevato quali siano le quantità utili. Dunque, è necessario limitare sempre il consumo di alcol alla giusta dose.

 

IN EVIDENZA

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi