The WineHunter Award: ecco come nasce la guida di eccellenze selezionate da Helmuth Köcher

The WineHunter Award: ecco come nasce l’ambita guida di eccellenze enogastronomiche selezionate dal WineHunter Helmuth Köcher.

Una ricerca instancabile che mira all’eccellenza e al meglio, in ogni sua forma. Una selezione di prodotti wine&food da condividere con un pubblico di appassionati, che nel tempo ha imparato a identificare The WineHunter Award come un punto di riferimento per i prodotti enogastronomici di altissima qualità.

Una selezione che premia l’eccellenza e la qualità, assegnata ogni anno a prodotti vitivinicoli, culinari, distillati e birre; ma anche la possibilità di accedere alla rosa di prodotti che partecipano a Merano WineFestival (8-12 novembre 2019) e alle sue anteprime, oltre che agli eventi WineHunter in Italia e nel mondo.

The WineHunter Award: il sistema di valutazione

Tutto questo e molto altro è la guida The WineHunter Award che annualmente viene stilata dal patron di Merano WineFestival Helmuth Köcher. Il premio, attribuito a prodotti sia nazionali che internazionali che raggiungano un punteggio minimo di 88/100, è ormai riconosciuto come sinonimo di qualità superiore in ambito enogastronomico.

Esso si struttura in diverse categorie delineate da tre fasce di punteggio: Award Rosso (da 88 a 89,99 punti), Award Gold (da 90 a 94,99 punti) e Award Platinum (da 95 a 100 punti), il massimo riconoscimento assegnato e il più ambito per tutti i produttori.

La selezione Platinum avviene in due fasi, la prima delle quali assegna un punteggio temporaneo di 93/100 che poi viene ridefinito entro il mese di ottobre tramite la definitiva assegnazione dell’Award Platinum o Gold. Per quanto riguarda i vini, vi sono ben otto commissioniguidate da Helmuth Köcher più una centrale costituita dal WineHunter stesso e altri due membri.

I membri delle commissioni non vedono le etichette, ma vengono forniti dei dati relativi al vitigno, al processo di vinificazione, all’annata, alla zona di provenienza e alla tipologia. La valutazione si basa sui criteri UIOE (Unione Internazionale degli Enologi) e OIV (Organizzazione Internazionale della Vigna e del Vino).

Non solo vino: Excellence is an attitude

Per le categorie Aquavitae, Beerpassion e Culinaria sono presenti tre commissioni, una per ciascuna sezione; ogni commissione è composta di tre valutatori e capeggiata da un esperto e coordinata da Helmuth Köcher col supporto del Masterchef Bruno Cicolini. I criteri di valutazione si rifanno a quelli generali delle varie associazioni di categoria. Materie prime, professionalità, ma anche tradizione, artigianalità nella produzione e territorialità sono plus importanti.

Ogni anno il numero dei prodotti inviati alle commissioni di degustazione aumenta, a riprova dell’assoluto interesse da parte dei produttori ad entrare a far parte della prestigiosa guida The WineHunter Award, una garanzia di assoluta qualità ed eccellenza firmata dal WineHunter Helmuth Köcher e sottoscritta dal suo motto “Excellence is an attitude”.

IN EVIDENZA

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi