Romantico menù di San Valentino. Per brindare all’amore.

Il giorno più romantico dell’anno si avvicina e quale modo migliore per festeggiare con la tua dolce metà se non preparando una romantica cena a lume di candela con delle deliziose ricette per un menù di San Valentino perfetto? Non importa quali siano le tue doti culinarie, qui di seguito troverai alcune idee per realizzare la cena che stupirà il tuo partner!

Prima di tutto dovete scegliere il tipo di menù che volete realizzare e portare in tavola: allegro e colorato? tutto intorno ad un unico ingrediente? afrodisiaco con crostacei e tartufi che stimoleranno ogni vostro senso, per dare un tocco più piccante alla serata?

Esperti o meno ai fornelli, l’importante è scegliere sempre piatti poco elaborati, ma che facciano figura sulla tavola e nel palato. E ricordati che non occorrerà strafare per conquistare il tuo partner, basterà che sia fatto con amore.

Ogni menù che si rispetti è introdotto da un aperitivo; in questo caso a base di stuzzichini di pasta sfoglia, semplici e veloci da preparare, farciti con gli ingredienti più disparati, accompagnati da due calici di Champagne, come il Pol Roger o il Moët & Chandom Dom Pèrignon, oppure di un classico Prosecco italiano o TrentoDoc.

Immaginate di aver scelto, come tema della vostra cena romantica, il colore rosso. Ideale per il vostro antipasto sarebbe sicuramente una tartare di manzo con uova di quaglia e scaglie di tartufo. Per la realizzazione di questo piatto dovete per prima cosa pulire ed asciugare bene la carne di manzo, tagliarla a cubetti molto fini e creare delle porzioni con l’aiuto di un coppa pasta. Dopodiché cuocete l’uovo di quaglia in camicia e poi adagiatelo sulla tartare condendo il tutto con una grattugiata di tartufo nero.

Perfetti per accompagnare carne fredda sono i vini bianchi, strutturati e profumati, come un Collio Sauvignon dal sapore fresco e dal retrogusto aromatico o, ancora, un Alto Adige Pinot Grigio dal sapore pieno ed asciutto.

Una volta aperte le danze con la vostra tartare di manzo, è il momento di passare al primo piatto. Qual è la pietanza che più si addice ad un menù di San Valentino e che, tra l’altro, si sposa benissimo con il tema che abbiamo scelto? Ma ovviamente un risotto fragole e champagne!

In voga negli anni ’80, ancora oggi viene molto utilizzato soprattutto in occasioni speciali come San Valentino. Il risotto alle fragole e champagne si realizza pulendo prima le fragole e facendole rosolare in una pentola, dove avrete precedentemente fatto sciogliere il burro con la cipolla. Dopodiché aggiungerete il riso per farlo rosolare. Aspettate qualche minuto e poi iniziate ad aggiungere lo champagne e aggiustate di sale e pepe. Continuate a cuocere il riso con lo champagne e quando la cottura sarà quasi ultimata aggiungete della panna e fatela stringere per un paio di minuti. Mantecate con del parmigiano grattugiato e decorate con qualche fragola fresca.

Per scegliere il giusto calice da abbinare al vostro risotto, è bene tenere in considerazione che le fragole si accompagnano bene a Champagne aciduli e freschi, con gusti leggermente fruttati alla frutta rossa, come per esempio champagne ottenuti dalla vinificazione del Pinot Noir o del Pinot Meunier.

Per il secondo, invece, se volete stupire la dolce metà, con le vostre doti culinarie, proponete un filetto di maialino con riduzione di Sagrantino e cipolle di Cannara. Un secondo piatto elegante e delizioso che vi farà fare bella figura. Per preparare questo delizioso piatto avete bisogno di:

Ingredienti (per 2 persone):
• 4 medaglioni di filetto di maialino (circa 70g l’uno)
• 4 fettine di lardo
• 2 etti di cipolla rossa di Cannara
• 2 bicchieri di vino rosso Sagrantino
• 2 cucchiai di miele
• 4 chiodi di garofano
• olio extra vergine di oliva
• rosmarino e salvia
• sale e pepe q.b. 

Preparazione

Della salsa:

  1. Prendete le cipolle di Cannara, la salvia, il rosmarino, i chiodi di garofano, sale e pepe e tritateli insieme
  2. Fate soffriggere il tutto con olio extra vergine di oliva
  3. Quando la cipolla sarà stufata, aggiungete il vino e, non appena sarà evaporato, aggiungete il miele. 

Dei filetti:

  1. Tagliate i filetti di maiale a forma di medaglione e avvolgeteli nel lardo stagionato.
  2. Rosolateli in padella con un filo di olio e aggiungete la salsa al Sagrantino.
  3. Dopodiché, una volta rosolati, aggiungete la salsa e ultimate la cottura. 

Per accompagnare il filetto di maiale bisogna scegliere un vino dal corpo sufficientemente strutturato che rispetti il gusto delicato di questo taglio di carne senza coprirne il sapore. Oltre al Montefalco Sagrantino utilizzato proprio nella realizzazione di questo piatto, altri vini perfetti, per accompagnare il filetto di maiale, sono i vini rossi veneti.

E come dessert? La nostra proposta sono dei piccoli brownies, rigorosamente a forma di cuore; dei bocconcini d’amore che non potrete più smettere di mangiare. L’ingrediente principale è ovviamente il cioccolato, meglio se fondente, ma potete scegliere quello che preferite. Per rendere il sapore più particolare e insolito aggiungete qualche cucchiaio di bacche di goji all’impasto, lo renderà anche più morbido e darà qualche tocco rosso, tema della vostra cena e colore della festa degli innamorati. Infine, potete scegliere se aggiungere un po’ di peperoncino in polvere; il piccante si sposa benissimo con il cioccolato e renderà il tutto più stuzzicante.

Una volta realizzati i brownies prendete una formina e ricavatene dei cuori, intingeteli per metà nel cioccolato fondente fuso e poi serviteli su un vassoio da portata, magari non in cucina, ma tra le lenzuola, per terminare la serata in dolcezza!

La regola di base per scegliere il calice da abbinare al vostro dessert al cioccolato è scegliere sempre un vino passito o comunque dolce. Questo perché un dessert tende sempre a far apparire il vino più amaro di come è nella realtà, quindi se scegliete un vino normale vi apparirà poco piacevole. La scelta più classica è quella del Porto Tawny o del Marsala, ma ottimi per accompagnare il tuo dolce sono anche un Moscato, un Passito di Pantelleria o un Recioto della Valpolicella Classico Docg.

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi