fbpx

Halloween da leggenda: i fantasmi che infestano le cantine

Di leggende di Halloween sul vino ce ne sono moltissime e per la #hallowineweek la redazione di xtraWine ha scovato le più belle storie di cantine infestate e di fantasmi che amano il vino almeno quanto noi.

Partiamo subito con le leggende sul vino più belle di Halloween e storie horror ambientate nelle cantine d’Italia e del mondo!

Un Halloween romantico: gli sposi fantasma del Chianti

La prima storia horror di Halloween parla di due spettri che sono anche dei veri e propri intenditori di vino. Non solo si trovano in una delle terre italiane più vocate all’enologia – ovvero in Chianti – ma sono anche stati dei produttori.

Questa leggenda sul vino parla infatti della marchesa Leonia Frescobaldi e del Barone Bettino Ricasoli.

La marchesa è una vera precorritrice dell’imprenditoria femminile. Fu infatti lei a creare e a dirigere la tenuta di Nipozzano, nel Chianti Ruffina, della quale potete trovare le migliori bottiglie su xtraWine

Era così legata ai suoi possedimenti e alla sua cantina che si dice non li abbia mai lasciati. La leggenda narra infatti che di notte cammini sul tetto del Castello di Nipozzano. In molti dicono di aver sentito i suoi passi e qualcuno sostiene anche di averla vista. 

halloween gli sposi fantasma

Anche il marito della marchesa era un grande produttore di vino. Il Barone Ricasoli, anche chiamato Barone di Ferro, ha infatti contribuito a portare in Italia una visione più moderna del vino e si fece ambasciatore dell’enologia italiana nel mondo. 

Secondo la leggenda, il suo fantasma si aggira nel castello di Brolio e di tanto in tanto appare anche in sella al suo destriero bianco, tra le vigne della tenuta. A quanto pare la sua presenza porterebbe bene all’intera azienda. Sarà vero? Quel che è certo è che un bel bicchiere di vino rosso Ricasoli è un’esperienza decisamente più piacevole dell’avvistamento di uno spirito. Parola di xtraWine.

La cantina scomparsa in Alto Adige

Per la seconda storia di Halloween, dalla Toscana xtraWine si sposa adesso al confine tra Trentino e Alto Adige. Siamo al castello di Salorno, precisamente in un luogo conosciuto come Haderburg.

Di questa leggenda sul vino si conosce ben poco e le sue origini si perdono nel tempo. La storia sembra iniziare con la costruzione del Castello di Salorno, risalente al 1150. Posizionato su un promontorio difficilmente raggiungibile, si dice che da qualche parte al suo interno sia nascosta una cantina ricchissima di vino ed impossibile da trovare.

halloween la cantina misteriosa

Secondo la leggenda, un giorno un contadino di Salorno riuscì a trovare questa cantina misteriosa e iniziò subito a riempire il suo orcio di vino. Ma subito gli comparvero davanti tre fantasmi, che gli lasciarono prendere il vino ad una condizione: sarebbe potuto tornare nella cantina quante volte avrebbe voluto, ma ogni volta avrebbe potuto prendere solo il vino necessario per sé e la sua famiglia.

Il contadino mantenne i patti per un po’ di tempo, finché una sera non decise di portare via dalla cantina molto più vino di quanto gli servisse e di offrirlo a tutti i suoi amici. Il gesto provocò l’ira dei tre fantasmi, che in un attimo fecero sparire tutto il vino. La cantina infestata si dissolse e ancora oggi sono in molti a provare a cercarla.

Un consiglio? Su xtraWine puoi trovare tutto il vino che ti piace e – a differenza dei 3 fantasmi – noi non ti poniamo limiti!

Il fantasma inglese avvelenato dal vino

Dall’Italia ci spostiamo adesso nel Regno Unito, proprio dove xtraWine sta per aprire la sua nuova sede. Anche in Inghilterra e nel resto dell’UK le leggende sul vino per Halloween e sulle cantine infestate infatti non mancano.

Questa leggenda sul vino inglese, parla del fantasma di Mark Hewton, al quale non vanno molto a genio i bicchieri di vino e infatti li rompe, facendo un gran baccano.

halloween fantasma inglese

Hewton era il custode del The George Hotel a Crawley nel West Sussex, ma non era esattamente un dipendente modello: sembra rubasse molto vino dalla cantina dell’hotel e – scoperto – venne assassinato con un bicchiere di vino avvelenato dagli stessi padroni del rifugio.

Ecco perché il suo fantasma torna tutte le notti nell’hotel per distruggere ogni calice che trova sulla sua strada. Forse il povero Mark non ha ancora provato il vino di xtraWine, altrimenti conserverebbe almeno un bicchiere!

Tu conosci altre storie di Halloween sul vino o su cantine infestate? Raccontacele scrivendo al nostro profilo Instagram @xtrawine.

IN EVIDENZA

X