Bukowski e il vino

Posted on by | Pubblicato in Senza categoria
Leave a reply

Alcuni non diventano mai folli. I loro vini devono essere proprio noiosi.   Heinrich Karl Bukowski: tedesco di nascita, americano nella vita. Una vita quella di Hank, così come si faceva chiamare, difficile, insolente, troppo spesso misera. Una vita condotta al ciglio della strada, adornata dalla vicinanza degli ultimi, gli ubriaconi nei bar di periferia, di quelli senza un briciolo di futuro in viso. Con una sola e mai tradita amica, la scrittura. Non basta conoscere gli stralci di una storia per poterne comprendere le scelte, non basta sussurrarne le poesie per essere condotti lungo le vie dell'alcol e della sregolatezza di un vissuto che scava nelle profondità. Hank, beve il suo primo bicchiere di vino a 14 anni e pubblica il suo primo racconto a 24. Una relazione, quella tra la scrittura e l'alcol, duratura e ciclica, dove l'una spingeva costantemente all'altra. Beveva realmente di tutto, o meglio, tutto ciò che si poteva  bere con i pochi spiccioli che si ritro Continue Reading

Intelligenza e vino: quelli che bevono sono più intelligenti

Posted on by | Pubblicato in Senza categoria
Leave a reply

Siete invitati ad una cena tra amici: buon cibo fatto in casa, chiacchiere, risate in piacevole compagnia, e vi offrono un bicchiere di vino. Cosa fate, lo accettate o desistete? C'è da dire che l'azione che segue questa richiesta rivela molto di voi. La scienza, infatti, pare abbia indagato sui rapporti che intercorrono tra il bere e l'intelligenza. Il risultato? Ebbene, diversi studi scientifici dicono che chi beve un bicchiere di vino al giorno, sia più intelligente. Un bicchiere però, non di più! La ricerca scientifica Un recente studio scientifico condotto da un gruppo di esperti finlandesi ha sorpreso il mondo intero, per i risultati emersi, dove, appunto, chi beve di più sembra essere più intelligente. Tale affermazione si riveste di novità in relazione alle tante altre scoperte che invece sottolineano le ripercussioni che troppo alcol può avere sul cervello e sulla memoria, danneggiandone la funzionalità. Come sono giunti a queste conclusioni gli esperti finlandesi? Continue Reading

Abbinamento vino e crespelle ai funghi porcini

Posted on by | Pubblicato in Senza categoria
Leave a reply

La ricetta di oggi soddisfa due comuni desideri: il primo, quello di gustare una pietanza gustosa e delicata; il secondo, quello di poterla realizzare in tempi brevi. Parliamo delle crespelle ai funghi porcini, un connubio tra la morbida pasta esterna e la prelibatezza del ripieno. I porcini, infatti, sono una delle varietà più ricercate per la loro intensità di sapore e l'ineguagliabile profumo. Attenzione a riconoscerli nei boschi! Sembra che non sia facile trovarli e, soprattutto, comprenderne la commestibilità. Dunque se vogliamo raccogliere i nostri porcini facciamoci consigliare dagli esperti. Ingredienti per 4-5 crespelle 100g di farina 2 uova 150 ml di latte saleq.b. 400g di funghi porcini 400g di besciamella 1 scalogno 30 g di burro 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva pepe q.b. 100ml di panna fresca 40 g di parmigiano grattugiato Preparazione Iniziamo la preparazione delle nostre squisite crespelle a partire proprio dalla pa Continue Reading

Cresce il Sagrantino Montefalco

Posted on by | Pubblicato in Senza categoria
Leave a reply

Il Consorzio tutela vini Montefalco, alla presentazione delle annate in commercio, presenta la strabiliante crescita che il Sagrantino ha vissuto in soli 25 anni. Si tratta di un cammino che mostra una variazione numerica considerevole, caratterizzata da progressi espressi in ettari, da 66 ettari (nel 1992) a 760 (nel 2017), in produttori, da 16 a 60, infine in bottiglie, da 660 mila a circa 2 milioni. Tra le motivazioni di questa crescita galoppante, si rintraccia un legame con il al tasso di occupazione del territorio, fortemente modificato in Umbria a partire in media dalle 350.000 unità, sino ad arrivare a circa 2.000 in più rispetto allo scorso anno. Il presidente del Consorzio Amilcare Pambuffetti riporta alcuni dati relativi agli ultimi dieci anni, considerandoli come tempi di sviluppo per la costruzione di oltre trenta nuove cantine, cosa che concretamente si identifica con la possibilità di posti di lavoro soprattutto per i giovani, circa il 3% in più nell'area. In r Continue Reading

Passeggiata e degustazione nella terra del Barbera

Posted on by | Pubblicato in Senza categoria
Leave a reply

Il prossimo 25 Febbraio si terrà un evento capace di mettere insieme gli appassionati degustatori di vino e gli amanti della natura, mediante una passeggiata che condurrà verso Codevilla, luogo ai confini tra Piemonte e Lombardia. Si è scelta questa terra, per la fiorente e riconosciuta produzione vinicola, ben amalgamata con l'inviolato patrimonio boschivo, contraddistinta da un clima dolcemente mitigato, grazie al quale godere di specificità mediterranee come i mandorli e gli ulivi. Si tratta di una terra estremamente contesa nei tempi passati, proprio per la posizione strategica che la caratterizza come crocevia che mette in comunicazione la Pianura Padana con il mar ligure, l’Italia centrale e la Francia. La storia non smette di parlare attraverso questa terra la cui enologia è capace di offrire una produzione dalla tipicità esclusiva piemontese come il Cortese e il Barbera, nonostante i celebri Bonarda, il Riesling ed il Pinot Nero. Come verrà articolata la passe Continue Reading

Luigi Sarno vince il premio Giulio Gambelli

Posted on by | Pubblicato in Senza categoria
Leave a reply

Il Premio Giulio Gambelli 2018, istituito nel 2012 da ASET (Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana) ed IGP (blog network  “I Giovani Promettenti”), ha un nuovo vincitore: Luigi Sarno, enologo e titolare della Cantina del Barone di Cesinali (AV). Sarno si aggiudica il premio per miglior enologo under 40 che, mediante il proprio lavoro, meglio rappresenta quello speciale ideale di vino che il grande Giulio Gambelli ha sempre testimoniato, tramite il caratteristico Sangiovese che esalta il valore dei vitigni, del territorio e del vino. Il vincitore, Sarno, nasce in Campania nel 1983 e inizia il suo lavoro di enologo nel 2008. Oggi i suoi vini lo conducono alla vittoria su tanti altri candidati italiani, vini di spessore e carattere, perfettamente compatibili con quanto ricercato nello stile che il Premio Gambelli ritiene importante riconoscere ed evidenziare, giudicati da un'apposita giuria di giornalisti ASET ed IGP. Durante l'anteprima vinicola organizzata dal Continue Reading

Abbinamento vino e ratatouille

Posted on by | Pubblicato in Senza categoria
Leave a reply

Oggi prepariamo la gustosa ratatouille. Di cosa si tratta? I vostri figli, nipoti o comunque i più piccini sanno di cosa parliamo, di quella ricetta dalle origini francesi, ben descritta nel famoso film d'animazione della Pixar dove un piccolo topo sogna di divenire un grande chef. Tipica della cucina provenzale e in particolare della città di Nizza da cui prende il nome di ratatouille niçoise, si presenta come composta da una varietà di verdure fresche dalla dimensione di piccoli cubetti uguali, da stufare rispettando i tempi di cottura di ciascuno. Se cercassimo una nomenclatura italiana per questa ricetta, potrebbe corrispondere alla nostra peperonata o alla caponata siciliana, propriamente accompagnata da secondi a base di carne. Ingredienti 280 g di Melanzane lunghe 200 g di zucchine 150 g di peperoni verdi 150 g di peperoni gialli 250 g di pomodori 120 g di cipolle bianche 1 spicchio di aglio Olio extra vergine di oliva q.b. S Continue Reading

L’Italia al primo posto per la produzione di spumante

Posted on by | Pubblicato in Senza categoria
Leave a reply

Lo spumante prodotto in aziende Italiane cavalca l'onda del successo vivendo un tempo di forte crescita per mezzo, anche, del Sistema Prosecco (unione dei Consorzi Conegliano Valdobbiadene Docg, Prosecco Doc e Asolo). Sono 660 milioni le bottiglie di spumante registrate, un record che permette all'Italia di camminare a testa alta e di godere della medaglia d'oro in qualità di primo paese per la produzione di spumante, sorpassando i grandi  e continui ventennali primati della nazione tedesca. Secondo l'Ovse, l'Osservatorio Economico Vini Effervescenti Spumanti Italiani, capeggiato dal presidente, Giampietro Comolli, l'Italia vive nel 2017 una forte crescita relativa al consumo interno rispetto al 2016. Si tratta di un elemento che mostra un'inversione di marcia fra i paesi che in Europa producono spumante e che mostrano un forte calo di consumi. Il 2017 segna, dunque, un tempo caratterizzato da una evidente prosperità di vendite, così alte da raggiungere i 180 milioni di bot Continue Reading

Come si fa il brandy e da cosa deriva

Posted on by | Pubblicato in Senza categoria
Leave a reply

Consumato dopo i pasti per migliorarne la digestione, o come distillato dedito alla meditazione, spesso sorseggiato accanto ad un sigaro fumante, o al cioccolato amaro, il Brandy, utilizzato in Italia ed in Spagna anche come correttore del caffè, si ricava dalla distillazione del vino in seguito ad un tempo di invecchiamento in botte. Si è soliti servirlo in bicchieri a forma di uovo tronco, i ballon o snifter, oppure nei classici bicchieri a tulipano. Per gustarne ogni sapore non occorre riscaldarlo con fiamme o calore vivace, né diluirlo con ghiaccio, ma basta scaldarlo con il calore delle mani. Il brandewijn ovvero vino bruciato, così come lo chiamano gli olandesi, può essere prodotto in qualunque Paese dove viene coltivata l'uva. La produzione, derivante dalla distillazione del vino sano, o guasto ma non acetificato, da vinacce e fecce, presenta delle specifiche qualità organolettiche che scrutano il pregio della materia prima. Bianco, rosso o rosato? Non importa Continue Reading

Abbinamento vino e prosciutto cotto

Posted on by | Pubblicato in Senza categoria
Leave a reply

Se facessimo un sondaggio scopriremo che tra tutti i secondi possibili, i salumi rappresentano sicuramente la scelta più veloce e pratica possibile. Tuttavia, questo  non sminuisce la gustosità di queste pietanze, piene di quel sapore tipico della tradizione, dal profumo estremamente caratterizzante. Tra la varietà di salumi, oggi scegliamo il prosciutto cotto, aggiunto alla salumeria italiana in un tempo relativamente recente, ma fortemente apprezzato da quanti lo consumano sia per il suo valore nutrizionale che per le possibilità di utilizzo in gastronomia. Come si ottiene il prosciutto cotto? Il prosciutto cotto prima di trasformarsi in quella fetta rosa che gustiamo nel quotidiano, viene sottoposto a diverse fasi di lavorazione. Innanzitutto diciamo che il prosciutto si ottiene dalle cosce di suino. La fase iniziale prevede il disosso, che si verifica manualmente oppure grazie ad una macchina, poi vi è la salagione per mezzo di una macchina siringatrice multiaghi che intro Continue Reading

  • xtrawine-blog-home-right1
  • Articoli Recenti

  • Facebook

  • 1