Fabio Canino: un bicchiere di vino per combattere l’omofobia

Posted on by | Pubblicato in Cultura e vino
Leave a reply

E' da un po' di tempo a questa parte che si sente spesso parlare di Fabio Canino. Ma chi e' in realtà? Attore, conduttore, scrittore toscano e ora anche produttore di vino. "Prodigio di vino" e' l'azienda agricola dello scrittore e conduttore, che insieme ai suoi grandi amici, Bruno Tommassini ed Edoardo Marziari ha dato vita a questa nuova attività. Prodigio srl e' il nome scelto non soltanto per indicare la qualità del vino stesso ,ma il concetto semplice al quale si ispira, ovvero: libertà di gusto. Uno si chiama Vinocchio, si tratta di un Sangiovese caratterizzato da un colore rosso rubino, l'altro invece, Uvagina, ed e' un Vermentino Viognier Chardonnay. Questi sono i prodotti di punta dell'azienda. Vini dai nomi bizzarri, scelti per incuriosire, per andare oltre alle apparenze, e guardare nel profondo. In realtà parte dei ricavi della vendita andranno devolute ad associazioni che si battono ormai da tantissimi anni contro il bullismo e l'omofobia, tema scottante an Continue Reading

Wisky irlandesi, storia, distillazione e migliori produttori

Posted on by | Pubblicato in Distillati
Leave a reply

Volgiamo lo sguardo verso un Paese che fino a qualche tempo fa era famoso per il consumo della birra, mentre oggi ha sviluppato un crescente trend di consumo di whisky. Già proprio così. Come e' noto a tutti l'Irlanda e' il Paese dove il consumo di birra e' davvero molto alto, ma esaminando alcuni piccoli aspetti del mercato del Paese celtico infatti, possiamo notare come il boom economico e la globalizzazione hanno dato l'opportunità di crescita degli alcolici, tra cui il wisky stesso. Un po' di storia Quando e come gli abitanti irlandesi iniziarono a produrre whisky, in realtà non lo sappiamo. E' noto a tutti che tale bevande viene distillata in Scozia, in Irlanda ormai da secoli e tantissime sono le ipotesi in merito alla sua origine. Alcuni affermano che fu introdotto nel paese dei monaci missionari di ritorno dall'Irlanda. E' molto probabile dunque, che l'arte della distillazione sia stata introdotta nel medioevo, ma in realtà non sappiamo qual e' il suo paese d'ori Continue Reading

Cantina Cupano: 900 bottiglie di vino sono state rubate

Posted on by | Pubblicato in Cultura e vino
Leave a reply

C'e' stato un nuovo furto nel mondo del vino e questa volta a pagarne le conseguenze e' la Cantina di Cupano, che si trova a Sud del comune di Montalcino. Con l'esattezza sono 900 le bottiglie derubate e riguardano Brunello e Brunello Riserva di diverse annate. A darne notizia i coniugi Lionel Cousin e sua moglie Ornella Tondini, in una nota pubblicata sulla loro pagina web: "Nella notte tra il 5 e il 6 dicembre, mentre ci trovavamo eccezionalmente fuori sede, siamo stati derubati di circa 900 bottiglie tra Brunello e Brunello Riserva, da ladri che si sono introdotti prima negli uffici sovrastanti - senza trovare chiavi che potessero aprire la cantina - e hanno in seguito forzato l’apertura di una delle porte della cantina stessa". Ecco quali sono i numeri identificativi delle bottiglie di vino In base ad una prima ricostruzione dei fatti, si tratta delle fascette tra 9186878 e 9187163 per il Brunello 2011, tra 3063127 e 3063331 per il Brunello Riserva 2009, tra 4030992 e 40319 Continue Reading

Abbinamento vino e trippa

Posted on by | Pubblicato in Abbinamento cibo-vino
Leave a reply

Oggi parleremo di un sostanzioso secondo piatto, ovvero la trippa. La nostra buona cucina italiana vanta numerosi piatti tradizionali, tutti riconosciuti e apprezzati da Nord e Sud. Esistono tantissimi modi per preparare questa pietanza, la trippa alla romana e' un esempio molto appropriato tipico del Lazio che si contrappone alle altre versioni, come quelle fiorentina, napoletana, e via dicendo... ma ognuna di esse racchiude sapori e gusti unici. Ma ritornando alla ricetta trippa alla romana, ecco qui di seguito gli ingredienti che ci occorrono: 1 kg di trippa 100 gr di guanciale 40 gr di sedano 100 gr di pecorino romano 90 gr di cipolle bianche 80 gr di carote 400 gr di polpa di pomodoro 50 gr di vino bianco 1 spicchio d'aglio 4 foglie di menta sale e pepe q.b. olio q.b. Preparazione La prima cosa che bisogna fare e' quella di lavare la trippa per bene sotto l'acqua corrente e metterla poi in uno scolapasta. Nel frattempo prendiamo le erb Continue Reading

Nuova alleanza tra il vino Chianti e Mps

Posted on by | Pubblicato in Cultura e vino
Leave a reply

Questa mattina giunge notizia di un accordo siglato tra il Consorzio del vino Chianti e la Banca Monte dei Paschi di Siena in maniera tale da aiutare le aziende vitivinicole toscane in merito alle sfavorevoli condizioni climatiche che hanno rovinato la produzione vitivinicola di quest'anno. Infatti e' stato appurato da un'indagine di mercato che moltissimi sono stati i produttori in difficoltà a causa delle forti gelate tardive e di un'estate alquanto secca e siccitosa.  Perche' questa alleanza? Si tratta di un pacchetto messo ad hoc dall'Istituto di credito in modo tale da favorire la crescita a sostegno dei produttori vitivinicoli aderenti al Consorzio del vino Chianti. Infatti lo scopo principale e' quello di favorire un buon ritorno economico possibile sia per le imprese aderenti che per il territorio in se', attraverso la promozione del prodotto, la programmazione delle normali vendite e infine non per ultimo di importanza, la stabilizzazione dei prezzi di mer Continue Reading

Con cosa accompagnare un cognac

Posted on by | Pubblicato in Distillati
Leave a reply

Il cognac e' un brandy che si produce in Francia. E' il risultato di una doppia distillazione di vino bianco con un grado alcolico pari al 40%. Esso e' diventato famoso e molto apprezzato per via del suo aroma e della sua struttura. Naturalmente la sua produzione e' regolata da determinati requisiti che comprendono ad esempio, l'impiego di uve specifiche come la Ugni Blanc. Si tratta di un'uva bianca, da cui si ottiene successivamente un vino secco e acido. Come si produce il Cognac Una volta premuta l'uva, la si lascia fermentare per un periodo massimo di tre settimane, dopodiche' avviene il processo di distillazione negli alambicchi di rame. Come abbiamo illustrato precedentemente, due sono le distillazioni che vengono eseguite, da cui deriva da un primo processo l'eau-de-vie con gradazione pari al 70%. A questo punto si procede con l'invecchiamento. Il distillato prima di essere imbottigliato e di conseguenza venduto sul mercato,viene posto in botti di rovere per almeno due Continue Reading

Cosa bevono i giapponesi?

Posted on by | Pubblicato in Cultura e vino
Leave a reply

Secondo una recente indagine pare che il Giappone abbia aumentato il suo interesse verso i vini d'importazione, in particolar modo per i vini francesi, italiani e californiani. Le statistiche raccontano che dal 2012 fino ai giorni nostri, la percentuale di chi beve vino ogni giorno e' raddoppiata, ma anche chi beve vino saltuariamente a quanto pare la percentuale e' aumentata. Insomma lo stile di vita dei nipponici si mescola perfettamente con quello occidentale, trasformando il Paese da una tradizione piuttosto arretrata ad una tradizione caratterizzata dall'innovazione e dall'avanguardia. Oggi la Francia rappresenta il leader indiscusso delle esportazioni in Giappone, anche se il vino italiano gradualmente sta crescendo. Tra i vini italiani maggiormente apprezzati dai nipponici troviamo il Soave, il Chianti, il Brunello e il Barolo. Tendenze di mercato in Giappone I giapponesi preferiscono bere a casa: e' questo che e' emerso secondo un'indagine di mercato condotta qualche t Continue Reading

Abbinamento vino e baccalà al pomodoro

Posted on by | Pubblicato in Abbinamento cibo-vino
Leave a reply

Oggi parleremo di un'altra ricetta alquanto sfiziosa, ovvero il baccalà al pomodoro. E' una pietanza che piace a tutti, perfino ai più piccoli. Per poterla preparare a dovere bisogna solamente stare attenti a qualche piccolo accorgimento, ma una volta realizzata di sicuro vi leccherete i baffi. Moltissime sono le ricette dedicate al baccalà, e addentrarsi dunque in questa esplorazione gastronomica e' un'avvincente sfida che riesce a toccare ogni sorta di tradizione fino ad arrivare ai giorni nostri. Ma vediamo subito quali sono gli ingredienti che ci occorrono per poter preparare il baccalà al pomodoro Ingredienti 600 gr di baccalà dissalato 250 gr di patate olio extravergine d'oliva q.b. sale e pepe q.b. 40 gr di vino bianco 100 gr di farina 00 1 cipolla dorata 800 gr di pomodori pelati Preparazione La prima cosa che bisogna fare e' preparare il sugo: prendete una padella, aggiungete un filo d'olio e la cipolla tagliata a fette sottili. Fatel Continue Reading

100 ristoratori toscani testimonial del vino Chianti

Posted on by | Pubblicato in Cultura e vino, Home
Leave a reply

Chianti a tavola, e' questo il nome dell'iniziativa  che e' partita qualche giorno fa nei locali aderenti, e terminerà con precisione il 17 dicembre. Sono più di 100, i ristoratori toscani che hanno accolto e che continueranno ad accogliere nei loro locali i propri clienti con un buon bicchiere di vino Chianti. L'occasione e' la celebrazione dei 90 anni del Consorzio. Lo scopo di tale manifestazione e' quello di valorizzare il legame tra tradizione e territorio. Un connubio dunque, tra vino e cucina, reso possibile grazie alla collaborazione del Consorzio Vino Chianti con Confesercenti Toscana-Cat e Mèntore-Confcommercio Toscana, con il sostegno del Consiglio Regionale della Toscana, all'interno del programma di Vetrina Toscana, il progetto di Regione e Unioncamere Toscana che promuove ristoranti e botteghe che utilizzano prodotti tipici del territorio. Non solo i ristoratori diventano i testimonial del vino Chianti ma anche i clienti. Sapete perche'? Perche'i clienti son Continue Reading

Abbinamento vino e selvaggina

Posted on by | Pubblicato in Abbinamento cibo-vino
Leave a reply

La selvaggina e' molto apprezzata nel mese autunnale, quando la stagione della caccia e' nel pieno. La peculiarità di questo tipo di carne e' il sapore forte e deciso che possiede, pertanto occorre abbinare un vino che abbia una buona struttura e un gusto altrettanto deciso. Tuttavia, a seconda che si tratti di animali da pelo, acquatici, da penna, di piccole o grandi dimensioni, ci sono alcune piccole indicazioni che bisogna tenere bene in mente affinche' l'abbinamento con il vino venga fatto a dovere. Giusto per rendere l'idea di quanto detto, ecco i migliori abbinamenti che si possono fare con la selvaggina. Iniziamo a fare un esempio di accostamento, partendo da una delle carni maggiormente apprezzate, ovvero il fagiano. Affinche' vino e cacciagione vadano di pari passo insieme, un buon abbinamento potrebbe essere rappresentato con un buon bicchiere di Barbaresco. Fagiano e Barbaresco Si tratta di un vino di colore rosso granato caratterizzato a sua volta da riflessi Continue Reading

  • xtrawine-blog-home-right1
  • Articoli Recenti

  • Facebook

  • 1