Storia del vino: dall’antichità alla medicina moderna

Posted on by | Pubblicato in Senza categoria
Leave a reply

Il vino: bevanda alcolica molto apprezzata oggi, ma da cosa è nato tutto? Pare che il vino sia nato per caso nell'Europa Medio-Orientale, da del succo di uva conservano in otri di pelle che all'improvviso cominciò a fermentare. Il vino era conosciuto dai Babilonesi e agli Egiziani, ma per parlare di vera e propria viticoltura occorre attendere fino all'epoca della civiltà greca, nella quale, il vino veniva consumato nei riti religiosi, durante le feste, o le vittorie e veniva addizionato da elementi aromatizzanti. I romani sviluppano altre tecniche di allevamento e raccolta delle uve e diffusero la coltivazione della vite in molti territori europei tra i quali la Francia, la Spagna e la Germania. Alla caduta dell’Impero Romano d’Occidente, furono i monaci benedettini ed i cistercensi a continuare a coltivare la vite ed a studiare i processi di vinificazione, nella ricerca di ottimizzare la produzione. Durante il Rinascimento il consumo medio pro capite di vino era di 20 Continue Reading

Come degustare il whisky: Misticismo o lussuria?

Posted on by | Pubblicato in Senza categoria
Leave a reply

Come si degusta il whisky? Per prima cosa serve uno spazio tranquillo e senza distrazioni, meglio se si mette della musica di sottofondo per favorire il relax completo ma preferibilmente non da radio, televisori o smartphone per evitare che abbiano effetto su altri sensi che non siano l'udito. In effetti, per poter apprezzare al massimo del suo potenziale il whisky, l'unico senso non coinvolto è l'udito quindi evitare la presenza di odori forti, magari lavatevi le mani con un sapone non profumato. Inoltre pulitevi la bocca bevendo un bicchiere d’acqua che rinfresca e, se volete mangiare qualcosa prima della degustazione, mangiate del pane o dei cracker senza sale. Ora, dopo aver eliminato le distrazioni, i rumori, gli odori, le sensazioni estranee, siete finalmente pronti a degustare il whisky. Il Bicchiere La scelta del bicchiere è come quella del cofanetto per l'anello di fidanzamento e non va sbagliata. Se il bicchiere è troppo largo a sfera, il whisky si ossida più Continue Reading

Non solo vino: Gourmet Arena, il lato culinario di Merano WineFestival

Posted on by | Pubblicato in Senza categoria
Leave a reply

In questa maratona di avvicinamento alla 27^ edizione di Merano WineFestival che dal 9 al 13 novembre anima la città di Merano per la gioia dei numerosi wine&food lovers italiani e internazionali, oggi parleremo dell'aspetto più mangereccio. Per il WineHunter e patron Helmuth Köcher è il momento di condividere con tutti i partecipanti il proprio “banchetto di caccia” a celebrazione di un anno di degustazioni, ma anche di ricerche per individuare sempre nuove eccellenze in ambito vitivinicolo e culinario, sempre alla scoperta di prodotti rappresentativi del proprio territorio e capaci di coniugare passato e futuro. Nasce così The Official Selection con le sue eccellenze da degustare all’interno dello storico spazio della Kurhaus e della più recente Gourmet Arena, che si trova tra la prestigiosa location e la passeggiata di Sissi, lungo il fiume Passirio. The Official Selection Non solo vino quindi. The Official Selec Continue Reading

Il vino più costoso mai venduto: 558mila dollari il prezzo di Romanee Conti 1945

Posted on by | Pubblicato in Home
Leave a reply

Ultimamente le luci della ribalta delle aste mondiali sono state dedicate ai whisky: recentemente è stata battuto uno scotch Macallan del 1926 per una cifra superiore al milione di dollari e per 300mila dollari è stata battuta la bottiglia giapponese più costosa di sempre, un single malt 50 anni di Yamakazi. Finalmente, come si suol dire, anche il vino ha battuto un colpo: a New York durante un'asta della Sotheby's  una bottiglia di Romanee-Conti è stata venduta per 558.000 dollari. La casa d'asta aveva stimato in circa 30mila dollari il valore di questo rosso di Borgogna; si tratta di un rosso della Cote de Nuits (uno dei terroir più importanti della regione e più rinomati al mondo) che, dell'annata 1945, Romanee-Conti ha imbottigliato in sole 600 unità rendendoli pezzi particolarmente preziosi in quanto dopo la vendemmia del '45 le piante sono state rimosse. La responsabile del dipartimento vini della casa d'asta Sotheby's, Serena Sutcliffe, pur definendo ra Continue Reading

Ricetta e abbinamento vino con Spiedini di polpette con fichi e pancetta

Posted on by | Pubblicato in Senza categoria
Leave a reply

Per salutare la stagione dei fichi che va concludendosi, vi proponiamo una ricetta non convenzionale per palati sofisticati, capaci di apprezzare accostamenti di sapori e profumi molto diversi tra loro come la dolcezza del fico e la sapidità della pancetta e del parmigiano. Ready? Ingredienti: 1 spicchio di aglio 1 cipolla gialla 100 g di pane raffermo 20 g di parmigiano 550 g di macinato di pollo 1 uovo medio sale e pepe q.b. 1 cucchiaio di prezzemolo tritato 40 g di pane grattato a grana grossa olio extravergine di oliva q.b. 5 fichi bianchi o neri 80 g di pancetta tesa a fettine sottile   Procedimento: Per iniziare a preparare le polpette tritiamo l’aglio e la cipolla e facciamoli appassire in una padella con un filo d’olio. Nel mixer tritiamo il pane raffermo ed il parmigiano grattugiato. In una terrina uniamo il macinato, l’uovo, il sale, una manciata di pepe ed il prezzemolo tritato. Aggiungiamo, la cipolla e l’aglio co Continue Reading

Da Westeros sono in arrivo nove Whisky Trono di Spade

Posted on by | Pubblicato in Senza categoria
Leave a reply

Ci sono voluti 7 anni ma ora è ufficiale la prossima uscita di una linea di Scotch Whisky dedicata alla saga del Trono di Spade. Diageo (una delle più influenti compagnie distributrici di bevande alcoliche al mondo, che commercializza, per citare alcuni brand, Guinness, Pampero, Zacapa Baileys ed altri) in partnership con la HBO (emittente televisiva che detiene i diritti di Game of Thrones) sta preparando per il prossimo inverno un'interessante linea di Scotch, saranno 8 single malt prodotti da 8 diverse distellerie e nominati come le 8 più importanti casate della terra di Westeros. Diageo, che vanta un gran numero di distillerie in Scozia, ha deciso di mettere in luce le peculiarità e le caratteristiche proprie di ognuno di questi prodotti di alta qualità volendole paragonare ad 8 famiglie, in particolare, a quelle della serie del Trono di Spade, che si distinguono tra loro in modo molto netto. I prodotti sono già stati approvati dall'Alcohol and Tobacco Tax and Trade Continue Reading

Furti Uva: anche i ladri vendemmiano?

Posted on by | Pubblicato in Senza categoria
Leave a reply

Si sa che vendemmiare sia una fatica ma anche una grande passione per chi produce vino, è il momento della scelta dei grappoli migliori e richiede una cura che poi i consumatori potranno gustare al bicchiere attraverso vini di qualità. Pare che quest'anno in Sicilia si siano messi a vendemmiare anche i ladri: sono stati infatti sottratti dai tralci quest'anno almeno 1500 kg di uve che di per sè hanno un valore di poche migliaia di euro ma, aldilà del valore affettivo per i vignaioli, sono l'ingrediente base di vini che possono raggiungere i 50 euro a bottiglia. Il danno è evidente e i produttori dell'Etna si sono movimentati pattugliando giorno e notte il territorio con ronde organizzate dalle aziende per difendere i frutti del proprio lavoro. Anche la Coldiretti Puglia ha allertato le Prefetture provinciali di Bari e Barletta-Andria-Trani per danni e furti avvenuti nelle campagne pugliesi da bande criminali locali ed estere in parte individuate dalle forze dell'ordine. Continue Reading

Ricetta e abbinamento vino con Bruschette al baccalà alla veneziana…ma qual è la differenza tra baccalà e stoccafisso?

Posted on by | Pubblicato in Senza categoria
Leave a reply

La ricetta di oggi è presa dalla tradizione Veneta; l'ingrediente base è il merluzzo che a seconda della lavorazione può prendere il nome di Baccalà o Stoccafisso, ma di cosa si tratta? Il Baccalà prevede una salagione immediata e una stagionatura prima di essere utilizzato, lo Stoccafisso una semplice essicazione, oggi utilizzeremo lo Stoccafisso che in Triveneto viene comunemente chiamato Baccalà pur non essendo conservato salato. Vediamo insieme come preparare un'antipasto goloso che profuma di tradizione. Ingredienti 700 g di stoccafisso ½ litro di latte intero 1 spicchio di aglio 1 ciuffo di prezzemolo pane, alcune fette olio extravergine d’oliva q.b. sale e pepe q.b.   Procedimento Cominciamo preparando lo stoccafisso: battiamo bene lo stoccafisso con un mattarello per sfibrarlo e ammolliamolo in acqua per 2-3 giorni. Una volta ammollato, lo scoliamo, spelliamo e spiniamo, infine lo tagliamo a pezzettoni. Raccolti in una casseruo Continue Reading

Vini per stupire: Un bianco, un rosso e un dolce dal Mondo

Posted on by | Pubblicato in Senza categoria
Leave a reply

L'articolo di oggi vuole toccare la curiosità di coloro che sono abituati a prendere sempre la solita bottiglia di Sangiovese, di Custoza, di Pignoletto, di Brunello, i soliti vini Toscani, Veneti, Siciliani o Francesi, mai banali ma soliti e sulla bocca di tutti. Oggi vogliamo proporvi tre vini capaci di risolvere qualsiasi abbinamento con un gusto esotico, profumi di terre lontane e magari mai provate, accettate la sfida? La Nuova Zelanda: il Bianco In Nuova Zelanda la viticoltura è praticata da ormai duecento anni ma solo negli anni '70 con l'affinamento dei vini prodotti dal Sauvignon Blanc è cominciata la scalata ai vertici vinicoli in termini di qualità e credibilità a livello mondiale. Prima in effetti non c'era solo una mancanza di tradizione e abitudine al vino che rendeva poco fini i palati neozelandesi, fino al secondo dopo-guerra c'era un tale pregiudizio sociale e proibizionismo imposto dalle autorità che rendeva illegale vendere vino ai negozi e, solo nel 19 Continue Reading

Quando nasce la vite? Com’è fatta? Storia di una pianta diventata vino

Posted on by | Pubblicato in Senza categoria
Leave a reply

Oggi proponiamo ai nostri lettore una domanda esistenziale: Quando nasce la vite? La Vitis silvestris era una vite che popolava la Terra 60 milioni di anni fa, mentre quella attuale, la Vitis vinifera fece la sua comparsa solo 1 milione di anni fa. La prima, la Vitis silvestris era molto diffusa sul nostro pianeta, ma a causa dei fenomeni di glaciazione, venne confinata alle aree del Mediterraneo e dell’Asia Minore fino al successivo riscaldamento del pianeta quando tornò ad attecchire anche in territori più settentrionali. Nel nostro paese la viticoltura pare abbia origini antiche, infatti si è scoperto che già nel VII sec. a.C. gli Etruschi utilizzassero gli alberi per sostenere i tralci della vite. La Vitis vinifera è arrivata ai giorni nostri tra mille difficoltà, come quella dell’attacco dell’oidio, tra la metà e la fine del 1800, cioè l’attacco di un fungo parassita giunto dall’America che colpì le viti, in particolare quelle francesi che si ridussero Continue Reading

  • xtrawine-blog-home-right1
  • Articoli Recenti

  • Facebook

  • 1