Riconoscere a naso un buon ristorante: fidati del tappo

Abbiamo già dedicato alcuni articoli all’argomento sughero e tappi in generale essendo una parte molto importante per una bottiglia che vuole definirsi di qualità, oggi vogliamo dedicare una pagina di educazione enogastronomica ad una pratica ormai desueta: annusare il tappo.

Cosa fare se il vino ti viene servito senza tappo

Sicuramente a casa avrai una cura meticolosa per le bottiglie che acquisti e consumi abitualmente o conservi per occasioni speciali, purtroppo non sempre riceveranno le stesse cure le bottiglie con cui verrai servito al ristorante. Potrà capitare che la bottiglia ti venga servita senza tappo, che il vino ti venga servito in caraffa o al calice, sarà più comoda la degustazione probabilmente e il servizio per il cameriere ma perderai la possibilità di smascherare eventuali problemi.

Cosa può raccontare il tappo?

Per prima cosa se hai ordinato un vino pregiato ti interesserà ricevere esattamente quanto ordinato in termini di annata e produttore, il tappo di molti capolavori italiani e francesi ad esempio spesso è marchiato e presenta molto chiaramente queste informazioni. Oltre alle informazioni puramente anagrafiche spesso concentra il bouquet del vino in questione, specie se lo hai già assaggiato, annusare il tappo sarà la garanzia di una cena perfetta.

Potresti anche non essere così fortunato … il ristoratore potrebbe non portarti il tappo.

Cerco di trasformare in parole le emozioni che leggo nei racconti, negli attimi di vita quotidiana, nelle gocce di vino.

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi