Cos’è il vinometro, a cosa serve e come funziona?

Posted on by

Vi siete mai chiesti come fare per determinare il grado alcolico di un vino? Ebbene, esiste uno strumento, il vinometrograzie al quale questa operazione appare possibile. Attenzione però: il vinometro non ha valenza su tutti i tipi di vino, ma esclusivamente su quelli secchi, poiché in essi sono poco o per nulla presenti residui zuccherini.

Come funziona

Il vinometro, nel suo azionarsi, asseconda il principio della capillarità, ovvero è in grado di misurare la viscosità, che è strettamente dipendente al rapporto tra l’alcool e l’acqua. In esso è presente una scala di gradazione alcolica, solitamente semplice da leggere. Scopriamo come usarlo.

Innanzitutto dobbiamo sapere che possiamo facilmente trovarlo in vendita nelle migliori enoteche o in negozi specializzati di cucina o di vendita di alcolici. Si presenta costituito da un tubo piuttosto lungo denominato tubo capillare e da un piccolo imbuto, posto come piedistallo allo strumento, utile proprio alla misurazione dei gradi dell’alcool contenuti nel vino. Il tubo ha un piccolissimo foro ed è per lo più utile a far penetrare il vino all’interno dello strumento che dovrà essere in grado di mostrarvi il risultato mediante alcune pressioni esercitate dall’alcool.

L’utilizzo

Acquistato il vinometro decidiamo di utilizzarlo versando anzitutto il vino all’interno dell’imbuto del vinometro così da farlo scendere fino al tubo capillare. Poco per volta, con il passare del vino giù nel tubo, le gocce di vino escono fuori dal buchino del tubo. A questo punto pieghiamo lievemente lo strumento, con la cura di far fuoriuscire il vino rimasto intrappolato nel tubo capillare. Poniamo ora il vinometro sull’apposita base e lasciamo che le gocce di vino scendano poco per volta. Bloccata la discesa del vino, possiamo appurare la gradazione alcolica dello stesso.

Una lettura più dettagliata può avvenire in seguito alla miscela di 5 ml di vino e 5 ml di acqua. In tal caso, però, la lettura finale deve essere moltiplicata per due per ottenere la percentuale esatta di alcol. Affinché il risultato sia preciso, non ci devono essere bolle d’aria nel tubo. Pulire ed asciugare accuratamente il vinometro prima e dopo l’uso.

Gradazione alcolica

A cosa serve misurare la gradazione alcolica in un vino? Conoscere la gradazione dell’alcool di un vino significa poterne dimostrare la bontà dello stesso, significa osservare quale reazione abbia l’uva posta alla corretta gradazione, oltre che l’adattabilità della degustazione di un vino in specifiche situazioni. La gradazione alcolica può raggiungere fino a 15 gradi, oltre i quali il vino viene percepito certamente come smisuratamente alcolico, causando la perdita del suo sapore fruttato e profumato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *