Come conservare la vodka, consigli e informazioni utili

Posted on by

Oggi scopriamo come comportarci rispetto alla conservazione di un distillato, a detta di tutti, predisposto naturalmente ad una lunga conservazione: la vodka. Di certo sappiamo che questa bevanda dal tono alcolico può essere conservata per un periodo esteso, tuttavia nel caso in cui le bottiglie siano state aperte è necessario utilizzare tecniche specifiche. Tanto è vero che, se non conservata con attenzione, la vodka rischia di evaporare o di assumere un gusto spiacevole. Per questo motivo, dopo aver aperto la bottiglia, cerchiamo di preservarne la qualità e prevenirne l’evaporazione. 

La conservazione

Vi sono differenti possibilità di conservazione per la vodka, strettamente dipendenti alla frequenza con cui la utilizziamo. Nel caso in cui l’utilizzo sia consueto, allora il posto giusto per la nostra vodka deve essere comodo e asciutto. Se, invece, desideriamo conservarla per un lungo periodo, possiamo semplicemente riporla insieme ad altri liquori su di una mensola o una credenza in cucina, all’interno di in un mobiletto per liquori, insomma dove preferite. 

Ciò che conta è che la bottiglia, ovunque decidiamo di conservarla, sia posta in verticale. Al contrario, poggiandola su di un lato è possibile che l’alcool fuoriesca e, se chiusa con un tappo di sughero, è molto probabile che abbia un contatto protratto con il sughero, corrodendolo progressivamente e provocandone la fuoriuscita.

La temperatura

la temperatura che non dovrebbe subire grandi sbalzi durante la giornata. L’ideale è che i gradi si aggirino sempre intorno ai 15-18 °C, a meno che non scegliamo di porre la bottiglia nel congelatore. Una buona opzione per la conservazione a lungo termine è data dalla cantina, generalmente fresca.

Nel caso in cui preferiamo che sia fredda, poniamo la nostra bottiglia di vodka nel congelatore, consapevoli del fatto che l’alcool si congela a temperatura molto bassa, difficilmente raggiungibile dal freezer di casa.

La luce

Altro accorgimento importante per la conservazione della vodka è dato dalla luce: è necessario, infatti, che questa non sia esposta alla luce solare diretta, soprattutto se la bottiglia è trasparente. Perché? La risposta risiede nel fatto che, aperta la bottiglia, la luce del sole velocizza l’evaporazione provocando un’alterazione del gusto della vodka, specie dopo una lunga esposizione. L’ideale sarebbe conservarla al buio, assicurandoci di avere una fonte di luce utile all’occorrente. Se poi la bottiglia è esposta appena alla luce solare, allora avvolgiamola con un panno nero in maniera che avverta il meno possibile i raggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *