Abbinamento vino e prosciutto e melone

Posted on by

Quando le giornate afose iniziano a susseguirsi, il sole e il mare, nella migliore delle ipotesi, a rallegrare la nostra routine, allora vuol dire che l’estate è cominciata. In queste settimane sono veramente poche le persone che preferiscono preparare un piatto caldo e fumante rispetto a combinazioni con ingredienti da servire crudi e refrigerati per concedersi un attimo di gusto e freschezza. Parliamo del classico e comune accostamento estivo tra prosciutto e melone, capace di dar vita ad un pranzo veloce, ad una cena poco meditata o ad un antipasto colorato.

Ora è chiaro che l’elemento essenziale per la riuscita del piatto è la qualità dei due ingredienti, dunque, un prosciutto non salato ma dolce, possibilmente tagliato a mano, e un melone anch’esso dolce e compatto così da non spappolarsi al taglio.

Detto questo, possiamo divertirci nella presentazione del piatto secondo le modalità che la nostra fantasia ci suggerisce.

Presentazione

Come proporre due semplici ingredienti come melone e prosciutto in maniera speciale? Un modo sarebbe quello di presentarli al bicchiere. Per far questo, puliamo bene il melone eliminandone i semi e la polpa interna e poi, con apposito scavino, ricaviamo delle palline. Prendiamo un bicchiere e alterniamo le palline con le fettine di prosciutto crudo e qualche foglia di rucola. Per finire, avvolgiamo una fetta di prosciutto intorno a un grissino e posizioniamola in cima al bicchiere.

Se la nostra idea è più rustica ma più ingegnosa, allora possiamo presentare melone e prosciutto in un cestino composto dalla scorza stessa del melone. Per far questo tagliamo in due il melone, eliminiamo i semi con un cucchiaio e tagliamo la polpa a fettine. Lasciamo le fettine all’interno del mezzo melone e farciamo il centro con fettine di prosciutto crudo arrotolate e un ciuffetto di basilico.

Per i più moderni, proponiamo la variante finger food. Per questo, prendiamo il melone e tagliamolo in due, eliminiamo i semi e creiamo delle piccole palline per mezzo dello scavino. Tagliamo, ora, il prosciutto a fettine e poi usiamole per avvolgere ogni singola pallina. Per la decorazione serviamoci di un ciuffetto di timo.

Per i conservatori, invece, proponiamo la classica modalità degli spiedini. Per ottenerli tagliamo un melone bianco e uno giallo a metà, priviamolo dei semi e ricavate dalla loro polpa tante palline o quadratini delle stesse dimensioni. Prendiamo uno spiedo di legno, infilziamo i pezzetti di melone, il prosciutto a fettine e arrotoliamoli alternandoli. Per la decorazione utilizziamo del finocchietto selvatico che cospargiamo sugli spiedini. 

Il vino

Per la scelta del vino da abbinare dobbiamo considerare soprattutto l’accostamento del vino al prosciutto crudo, dal sapore più caratteristico del melone che invece si abbina con facilità.

Il consiglio è quello di scegliere vini bianchi fermi, preferibilmente profumati e dalla buona persistenza aromatica, grande morbidezza, sapidità e freschezza.

La Ribolla Gialla friulana è un vino che fa al caso nostro. Dal colore giallo paglierino e da un profumo florealeetereo, molto delicato, spicca per freschezza e acidità.

All’olfatto è intenso e complesso e si caratterizza per una bella struttura, una leggera nota alcolica e dolci elementi di frutta esotica (ananas, banana e pesca gialla), vaniglia, miele e fiori di zagara. Raggiunta la bocca, si avverte calore, morbidezza, equilibrio. Non manca di freschezza e di un finale lungo e persistente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *