Abbinamento vino e cocktail di scampi

Posted on by

Da servire come antipasto, in coppette monoporzione o su un piatto da portata, adatto come aperitivo per una cena con amici in ogni stagione della vita, il cocktail di scampi si classifica nelle hit della cucina vintage. Si tratta di una ricetta gustosa e semplice da preparare, la cui origine risale ai mitici anni ’80, anni di sperimentazioni e di curiosi accostamenti. Vediamo quali sono gli ingredienti utili per questo appetitoso antipasto.

Ingredienti

  • 1kg di scampi
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 1 lattuga
  • 1 tazza di maionese
  • 1 bicchiere di panna
  • 2 cucchiaini di panna Worcester
  • 1 cucchiaino di ketchup
  • 1 spruzzo di gin
  • 1 spruzzo di whisky
  • sale
  • 1 limone

Preparazione

La prima cosa che bisogna fare è porre sul fuoco una pentola con acqua salata portandola ad ebollizione. A questo punto mettiamo a lessare nell’acqua bollente le code degli scampi, carota e cipolla per cinque minuti. Ora scoliamo gli scampi in una scolapasta, facciamoli sgocciolare, sgusciamoli minuziosamente e teniamoli da parte al fresco. Nel frattempo passiamo alla preparazione della salsa cocktail.

Prendiamo una ciotola e versiamo al suo interno la maionese aggiungendo la panna, il ketchup, la salsa Worcester e una spruzzatina di gin e whisky. Mescolando regoliamo il sale. Alla salsa che abbiamo ottenuto uniamo le code degli scampi sbollentate, lasciando fuori quelle da utilizzare per la decorazione.

Fatta la salsa, prendiamo la lattuga (o l’iceberg) e laviamola accuratamente, foglia per foglia. Sistemiamone una o due foglie sul fondo di ciotole o coppette versando sopra gli scampi in salsa rosa.

Per guarnire posizioniamo sul bordo di ogni coppetta o ciotola una coda di scampo e qualche fettina di limone.

A questo punto il nostro antipasto è pronto per essere gustato in tutta la sua freschezza.

Cocktail di scampi e il giusto vino da abbinare

Quale vino sposa il gusto e la delicatezza degli scampi in salsa rosa? Sicuramente un vino bianco, fermo e secco. Un esempio?

Il Greco di Tufo Docg è uno dei pochi vini bianchi in Italia che si presta all’invecchiamento.

Dal colore giallo paglierino più o meno intenso, dall’odore gradevole e allo stesso tempo fine, secondo un sapore squisitamente armonico, si presta perfettamente all’accostamento di crostacei, piatti a base di pesci e frutti di mare. Le sue caratteristiche organolettiche ne esaltano il carattere brillante.

Il profumo è intenso e persistente. Si riconoscono al naso nette sensazioni di frutta, dalla prugna verde alla pera ”Mast’Antuono” (tipica campana) fino a decise sensazioni balsamiche di mentuccia.
 
Al gusto si percepisce immediatamente la spalla acida e la spiccata mineralità tipica del territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *