Giornata nazionale SLA sostenuta dal Barbera d’Asti DOCG

Posted on by

C’è sempre qualcosa di speciale nell’affidare a ciò che ci appassiona la possibilità di tradursi in qualcosa di buono e di utile. È un pò come se trasferissimo e consegnassimo a ciò che ci rappresenta, in questo caso il vino, l’opportunità di viaggiare su vette più alte. Questo è quello che accade con Un contributo versato con gusto, grazie all’Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica nella giornata nazionale sulla SLA, prevista per il prossimo 16 settembre. L’iniziativa s’impegnerà a portare in ben 150 piazze italiane 15 mila le bottiglie di Barbera d’Asti docg, assecondando il desiderio di raccogliere fondi per l’assistenza delle oltre 6 mila persone malate in Italia. Si tratta di bottiglie selezionate con estrema cura dal Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato, nella vasta gamma rappresentata da ben 322 produttori appartenenti 167 Comuni delle province di Asti e Alessandria. Così, a partire da una semplice offerta di dieci euro, si potrà acquistare una tra le pregiate bottiglie messe in vendita. 

Per saperne di più

Necessario e fondamentale per l’iniziativa è il sostegno e l’impegno di Regione Piemonte, Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, Unione Industriale della Provincia di Asti e di Dmo Piemonte Marketing.

Il progetto, che beneficerà della benevolenza di quanti parteciperanno, è ben noto in Italia mediante la continua operosità nell’ambito dell’impegno al sostegno gratuito dei malati di SLA. Aisla è presente in 19 regioni italiane con 300 volontari per far crescere l’operazione ‘Sollievo‘. La vera missione che i volontari compiono è quella di  sorreggere le famiglie che necessitano di una badante e di strumenti per l’assistenza e consulenze psicologiche, legali e fiscali, per mezzo del caro ausilio derivante da contributi economici sentitamente donati.

A partire dal 2013 l’Operazione Sollievo, data della sua nascita, Aisla si è fatta vicina a tantissime famiglie, circa 300, facendosi da mediatrice per le donazioni che nel tempo sono state altissime proprio grazie alla giornata nazionale. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *