Calici di Stelle: vicini al vino e al cielo

Posted on by

Come dare maggior sapore a quelle che già hanno tutta l’aria di essere le notti più dolci dell’anno? Nasce Calici di Stelleun’occasione per dar maggior vigore alle più suggestive notti d’estate mediante un momento di promozione dell’Enoturismo italiano.

Così, il Movimento Turismo del Vino e l’associazione Nazionale Città del Vino, che raggruppa più di 430 Comuni vinicoli ed enoturistici, si sono cimentati nell’organizzazione di eventi differenti per regione, nel periodo che va dal 2 al 12 agosto.

Da nord a sud, dalle cantine della Val d’Aosta a quelle della Sicilia, gli amatori di vino vivranno il brindisi più atteso dell’estate, che s’intreccia con la cultura, ben declinata in eventi, design e arte. Nella notte di San Lornezo, venerdì 10 agosto, si potrà così sorseggiare un calice di vino sotto un cielo di stelle cadenti.

Lacrime di San Lorenzo

La Luna Nuova la si vivrà l’11 agosto, dunque, il nostro satellite naturale non sarà visibile nelle notti di massima attività dello sciame. Si potranno osservare circa 80-100 meteore per ciascun’ora ad occhio nudo. Si partirà da un radiante piuttosto basso in cielo e un’alta percentuale di scie luminose sarà invisibile perché si sposteranno verso un’area di cielo posta ancora sotto l’orizzonte. Soltanto nella seconda parte della notte si eleverà la costellazione del Perseo sulla volta celeste, cosicché, il numero delle meteore visibili crescerà largamente.

Nei luoghi in cui saranno posizionati i telescopi che gli astrofili metteranno a disposizione, sarà possibile godere di un fantastico “antipasto” tra stelle e pianeti particolarmente luminosinell’attesa delle stelle cadenti.

L’osservazione del cielo dovrà iniziare già tra le luci del crepuscolo, se si desidera ammirare quegli astri posti ad occidente e soggetti al precoce tramonto. Osservando da ovest ad est, invece, si potrà godere dell’osservazione di un eccezionale corteo di astri ben identificabili ad occhio nudo. Nell’ordine: il pianeta Venere, il più luminoso; Spica, la stella più luminosa della costellazione della Vergine; Giove, nella costellazione della Bilancia; la rossa Antares, il “cuore” dello Scorpione; nel Sagittario troviamo Saturno e infine, a sud-est Marte, nel Capricorno. Quattro pianeti con cui condivideremo le notti più belle notti di agosto. Spostando lo sguardo verso lo Zenit, invece, noteremo le stelle più luminose e più alte in cielo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *