Abbinamento vino e gamberetti

Posted on by

Tra i crostacei utilizzati in cucina ve ne sono alcuni che divengono con facilità i protagonisti dei nostri pasti. Dagli antipasti agli sfiziosi stuzzichini, come condimento alla pasta o alle varie tipologie di riso, dai secondi gustosi ai piatti ricercati e sofisticati, i gamberetti sono perfetti per ogni occasione. 

Tra salsa rosa e cocktail

Per creare delle preparazioni culinarie classiche pur stando sempre perfettamente in tema, possiamo scegliere di allietare un inizio pasto con una salsa rosa o un cocktail di gamberi, ad esempio. La salsa rosa presenta pochi e semplici ingredienti: maionese e ketchup con l’aggiunta di alcune gocce di salsa Worchestershire. 

Se invece decidiamo di mettere su un delizioso cocktail di gamberetti, allora dobbiamo sbollire i nostri crostacei per qualche minuto in acqua bollente, già sgusciati. Appena cotti permettiamo che si raffreddino per poi tagliare la parte centrale della lattuga finemente. Creiamo la salsa e serviamo il tutto con una spruzzatina di prezzemolo.

Finger food e semplici antipasti

Una validissima e interessante alternativa è caratterizzata dalla scelta di mini insalate che serviamo in appositi bicchieri da finger food. Ottime al palato e delicate alla vista, si compongono di gamberetti che lessiamo e uniamo ad arance, avocado e pomodori. A questo punto aggiungiamo un pizzico di acidità con la salsa yogurt, insaporendo con lime, pepe e prezzemolo. Chiaramente sono lecite variazioni che assecondino il gusto personale, creando combinazioni da sperimentare.

Se desideriamo, invece, creare un antipasto veloce con i soli gamberetti, senza quindi l’aggiunta di molti altri ingredienti, scegliamo di marinare i gamberi, sgusciati e lavati, con olio, pepe, limone e prezzemolo. Ora non dobbiamo fare altro che utilizzare una fetta di di speck o prosciutto crudo all’interno del quale adagiare i gamberetti per poi farli riposare in frigo per qualche ora.

Per i conservatori, legati alla tradizione, consigliamo un piatto classico: la tempura. La preparazione di questa pietanza prevede l‘utilizzo dell’uovo da sbattere con acqua fredda, a cui unire la farina setacciata e mescolare. Alla pastella formata bisogna aggiungere il sale e permetterle di riposare per una mezz’ora in frigorifero. Nel frattempo laviamo i gamberetti e asciughiamoli, così da passarli nella farina e poi nella pastella, per friggerli nell’olio caldo.

Il vino

I gamberetti, dunque, si caratterizzano per la loro versatilità nelle tante preparazioni di cui vengono resi protagonisti. Così, in qualunque momento del pasto e con ogni tipo di accompagnamento culinario, legano bene con un vino bianco fermo, secco e leggero.

Un Vernaccia di San Gimignano  DOCG dal colore giallo paglierino con riflessi verdognoli, limpido, brillante, è un ottima scelta. Il suo profumo intenso e persistente con riconoscimenti di note minerali, fruttate e una leggera nota verde, il suo sapore deciso ma non aggressivo, fanno di questo vino un unicum nel suo genere.

Dotato di buon equilibrio tra struttura, freschezza e persistenza, è caratterizzato da un retrogusto di mandorla.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • xtrawine-blog-article-right1
  • Articoli Recenti

  • Facebook

  • 1