Abbinamento vino e biscotti

Posted on by

Oggi la nostra curiosità si muove verso i biscotti, queste piccole delizie che durante il giorno ci donano un momento di dolcezza. Dalle forme differenti, dalle dimensioni ridotte, il biscotto non è altro che una preparazione legata alla pasticceria dolce, generalmente cotta in forno così da realizzare la sua croccante consistenza.

Il termine di derivazione latina, panis biscotus, significa pane cotto due volte. Sin dai tempi antichi i biscotti, si caratterizzano da subito per la preponderante presenza di miele o zucchero e dalla totale cottura in forno. Questi elementi, fondanti la specifica preparazione, consentono una conservazione dei biscotti protratta anche per lunghi periodi. Gli ingredienti tradizionali sono: farina, uovo, burro, zucchero, bicarbonato d’ammonio, lievito e aromi. 

 Alcune varietà

I biscotti speziati sono fortemente arricchiti da aromi e particolarmente diffusi nella zona centrale dell’Europa. Con anice, noce moscata, zenzero, cannella e tanto altro, presentano fantasiose forme e vengono decorati con glasse e confetti di zucchero. Tra questi abbiamo i mustazzoli in Italia, gli speculoos belgi e tante altre bontà. 

I biscotti di pasta di mandorla si riconoscono subito per la forma floreale e lo stile del tutto elegante. Arabi per nascita ma diffusi in ogni parte del mondo, prendono i nomi di: amaretti, ricciarelli, pasta di mandorla, canestrelli, perrunillas, almendradosbocaditos in Spagna, petitfour in Francia.

I biscotti di frutta secca o canditi inglobano direttamente nell’impasto oppure nel ripieno, noci, mandorle, noccioline, datteri, castagne, uva passa, canditi di frutta. Sono comuni ad ogni tradizione in relazione alla presenza di questi ingredienti sul territorio. Si tratta dei brut e bun di nocciole, le pitte di San Martino, i pan de mòrt, i petrali, i mince pies, i sanyura, i barazik.

I frollini o paste di frolla sono i classici e semplici biscotti di pasta frolla che chiunque ha cucinato in seguito agli avanzi del composto di pasta frolla. Dalla grossa presenza di burro, oltre alla produzione artigianale vedono un’ampia produzione industriale così da renderli i protagonisti della colazione. Parliamo delle paste di meliga, le offelle, le margherite, gli shortcake, gli alfajores.

 

Tipi speciali di biscotti

Oggi si pone grande attenzione verso prodotti che sono privi di certi ingredienti dannosi per alcuni, oppure se ne creano altri con specifici ingredienti ricostituenti e curativi per altri. Parliamo di una categoria in forte crescita per mezzo delle tante diffuse intolleranze e allergie. Dai biscotti senza glutine a quelli senza uova, da quelli senza zucchero a quelli senza frutta secca. Insomma per ogni gusto e necessita un biscotto adatto.

Il vino

I vini maggiormente indicati per i biscotti sono quelli liquorosi, i passiti e i vini ad alta gradazione alcolica, il cui sentore profumato ben si lega con la modalità di preparazione secca dei biscotti creando un fine pasto delicato e pieno di gusto.

Il Marsala rappresenta un giusto connubio. Un unicum di aromi e profumi straordinariamente eccezionali. Un’espressione innovativa e contemporanea in cui ogni sorso rivela morbidezza, calore, tonalità leggermente dolci, aromi di frutta e vaniglia e una persistenza infinita.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • xtrawine-blog-article-right1
  • Articoli Recenti

  • Facebook

  • 1