Cosa vogliono dire le sigle XO, VS, VSOP nei distillati

Posted on by

Oggi andiamo a curiosare sui caratteri comuni a quelle bevande che tanto spesso accompagnano le nostre chiacchiere con amici: i distillati. Si tratta di prodotti alcolici derivanti dalla distillazione di un liquido zuccherino che precedentemente ha subito un processo di fermentazione, solitamente di origine vegetale. Parliamo di cereali, radici e tuberi amidacei, frutti, o vino.

Riconosciute spesso come bevande spiritose, cioè bevande alcoliche destinate al consumo umano, essi presentano delle caratteristiche organolettiche singolari e un valore alcolometrico minimo di 15% vol.

La produzione di queste “spiritose” avviene sia in maniera del tutto diretta, per mezzo di una distillazione, macerazione o aggiunta di aromi, che attraverso la miscelazione di una bevanda spiritosa con una bevanda di altro tipo.

Regole e distillati

I distillati sono sottoposti a severe regole statali che tendono a garantire il prodotto in questione. Questo accade perché ciascuna bottiglia ha un’età da rispettare, in maniera da assicurare che le caratteristiche del gusto dei prodotti siano costanti di anno in anno.

Quando parliamo delle regole dei distillati non possiamo evitare di menzionare le sigle XO, VS, VSP che ci permettono di accedere al tipo di invecchiamento, ovvero l’età del distillato rintracciabile nel commercio tradizionale. Scopriamone il valore!

Le sigle

Quando sulla nostra buona bottiglia appare la sigla:

  • VS o De Luxe (Very Special) o *** , ci troviamo di fronte ad un distillato invecchiato almeno due anni (e qualche mese), praticamente quello che ci capita tra le mani durante un acquisto in supermercato;
  • VSOP o Réserve (Very Superior oppure Very Special Old Pale), stiamo per bere un distillato che deve aver almeno quattro anni (e qualche mese) di invecchiamento;
  • XO: vieille reserve, reserve rare, reserve speciale (eXtra Old) , ci fa godere di un distillato invecchiato almeno di sei anni, inteso appunto come il limite massimo di garanzia legale di invecchiamento dove l’invecchiamento ha agito fortemente sulle caratteristiche organolettiche, donando al gusto un forte equilibrio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • xtrawine-blog-article-right1
  • Articoli Recenti

  • Facebook

  • 1