Abbinamento vino e linguine all’astice

Posted on by

Oggi assaporiamo un piatto che profuma di mare, che ci consegna al solo pensiero quella bella sensazione di salsedine sulla pelle. Parliamo delle linguine all’astice. Adatte sia a pranzo che a cena, rappresentano un primo piatto ricco di gusto, raffinato e articolato. L’astice, poi, non ha un ruolo marginale, anzi dona alle linguine delicatezza e ricercatezza. Oggi scegliamo di cucinarlo come condimento alla pasta. Tuttavia, questo crostaceo si può gustare anche lesso o insaporito da una salsa preparata con succo di limone, olio, sale, pepe e prezzemolo tritato. Vediamo gli ingredienti!

Ingredienti

  • 2 scalogni
  • 1 astice
  • pasta di semola
  • 1 peperoncino
  • vino bianco q.b.
  • timo q.b.
  • prezzemolo q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • polpa di pomodoro
  • 1 spicchio d’aglio
  • basilico q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b.

Preparazione

Per la preparazione del nostro primo piatto iniziamo dall’ingrediente base: l’astice. Prendiamo l’astice (di 600-700 g), laviamolo e tagliamolo a metà con un trinciapollo estraendone la polpa, eliminando il sacchetto di sabbia che contiene e staccando le chele, le zampette e la testa grazie ad uno schiaccianoci o pestacarne. In questo modo saremo sicuri che la polpa rilasci tutti i liquidi saporiti che la caratterizzano.

Ora prendiamo un tegame e aggiungiamo al suo interno 2 cucchiai di olio che ci serviranno per il trito di uno scalogno insieme ai gusci da far saltare per pochissimo tempo e sfumiamo il tutto con mezzo bicchiere di vino bianco.
A questo aggiungiamo un mestolo di acqua, peperoncino, un mazzetto di timo, basilico e sale. Portiamo ad ebollizione e abbassiamo la fiamma per far cuocere il tutto in 15-20 minuti unendo altra acqua nel caso in cui occorra.

Da parte prepariamo un soffritto con aglio schiacciato, lo scalogno restante e 3 cucchiai di olio per poi aggiungere la polpa dell’astice. Aggiungiamo la giusta quantità di sale, irroriamo con il brandy e lasciamo che fiammeggi.
Rosolata la polpa, versiamo il fumetto mediante il passaggio da un colino a maglie fini e uniamo la passata di pomodoro piuttosto densa. Facciamo cuocere a fuoco moderato per far asciugare il sugo.
Nel frattempo cuociamo le linguine al dente e versiamole nella padella per poi spostarle dal fuoco e lasciarle insaporire per qualche istante. Aggiungiamo del prezzemolo e serviamo il piatto.

Il vino giusto

Per il nostro primo piatto di mare ci proiettiamo verso un vino bianco, leggero e fermo. Un vino che sappia guidare verso la giusta consapevolezza di sapori presenti nel piatto.

Quello che scegliamo è un Vermentino di Gallura Docg, dal colore giallo paglierino, fruttato, morbido ed equilibrato al palato, prodotto dalla varietà d’uva principalmente da vigneti di proprietà e vinificate in serbatoi di acciaio inox.

Il Vermentino è un vitigno che si è ben acclimatato in tutta la Sardegna ma in special modo nelle zone nord-est dell’isola, trovando nella Gallura un territorio veramente ideale. Sulle pendici dei monte Limbara sfruttando terreni di disfacimento granitico e in combinazione con un clima tipicamente mediterraneo, cresce un’uva da cui ricavare un vino bianco dal bouquet inconfondibile. La raccolta dei grappoli avviene (solo manualmente) a partire dalla seconda metà di Settembre, con uve particolarmente ricche di zuccheri e di componenti aromatiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *