Abbinamento vino e Grana Padano

Posted on by

L’abbinamento vino e formaggio rappresenta un’icona nella storia dell’alimentazione e non di rado è il frutto di una radicata esperienza culturale che è peculiare di ogni area geografica, dunque difficile da decifrare come regola universalmente accettabile. Grazie alla versatilità vantata dai vini italiani, il formaggio di cui oggi parliamo, il Grana Padano, gode dell’accompagnamento dei vini tipici e tradizionali di tutta la penisola secondo le sue tre stagionature: Grana Padano Dop, Grana Padano Dop “Oltre 16 mesi”, Grana Padano Dop Riserva.

Abbinamento vino e Grana Padano Dop

Il Grana Padano Dop si presenta al palato come la versione più fresca e giovane di questo formaggio, non ancora ben strutturato ma dolce e grasso allo stesso tempo. Il vino che meglio conserva questi sapori deve essere fresco di acidità, morbido, leggermente tannico, quasi caldo di alcol, il cui odore rimandi, senza invadenza, alla frutta. Lungo tutta la penisola c’è una variabilità di abbinamenti: Cerasuolo d’Abruzzo , Cirò Bianco, Val di Neto Rosato, Fiano, Falanghina, Greco di Tufo, Lambrusco, Soave Classico, Bardolino

Abbinamento vino e Grana Padano Dop “Oltre 16 mesi”

La caratteristica del Grana Padano Dop “Oltre 16 mesi” è data dalla sua aromaticità la quale reca un odore che si posiziona precisamente a metà tra la freschezza del formaggio, in cui il latte è pregnante, e la complessità vera e propria del formaggio dettata dal profumo burroso. Questa stagionatura di Grana Padano lascia sulla lingua una lieve patina di grasso, dunque, occorre scegliere vini rossi, di modesta intensità, leggermente tannici. Vini freschi, giovani, che riconducano alla fragranza dell’uva che li origina. Alcuni esempi sono: Montepulciano d’Abbruzzo, Cirò Rosso, Sangiovese, Colli di Luni, Rosso Conero, Dolcetto di Dogliani, Primitivo, Chianti, Torgiano, Valpolicella Classico.

Abbinamento vino e Grana Padano Riserva

Burro e fieno come aromi, equilibrata piccantezza, abbondante sapidità. Il Grana Padano Riserva lascia, dopo la deglutizione, una pienezza di sapori. Il vino che lo accompagna, se si gioca di associazioni, non può che essere generoso, intenso, longevo, persistente, lungo. Se invece si preferiscono i contrasti, bisogna optare per un vino che stemperi l’aggressività del formaggio e ne doni equilibrio. Ecco una selezione di vini per il Grana Padano Riserva: Aglianico del Vulture, Taurasi, Cinque Terre Sciacchetrà , Rosso Piceno Superiore, Barolo, Negroamaro del Salento, Sagrantino di Montefalco, Valpolicella Ripasso.  

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • xtrawine-blog-article-right1
  • Articoli Recenti

  • Facebook

  • 1