Abbinamento vino e brodetto di pesce

Posted on by

Oggi ci dedichiamo ad un piatto che trae le sue origini dalle quotidiane abitudini dei pescatori dell’Adriatico che, conclusasi la giornata di pesca, utilizzavano tutto il pesce che non si riusciva a vendere per via della qualità più bassa o delle piccole dimensioni dello stesso. Stiamo parlando del brodetto di pesce, la cui ricetta presenta peculiarità variabili nei vari paesi della Costa, conservando però le proprie caratteristiche di base come utilizzare differenti qualità di pesce fresco a seconda della stagione.

Ingredienti

  • 2 kg di pesce fresco misto da zuppa (scorfani, mazzole, grongo, canocchie, calamaretti, coda di rospo, seppie, scampi, granchi, cozze e vongole)
  • 1 bicchiere di olio d’oliva
  • 2 cucchiai abbondanti di conserva
  • un bicchiere d’aceto di vino bianco
  • un bicchiere di vino bianco secco
  • mezza cipolla,
  • 4 spicchi di aglio
  • prezzemolo
  • sale
  • pepe di mulinello

Preparazione

Per la nostra preparazione del brodetto muniamoci innanzitutto di in una pentola preferibilmente di coccio bassa e larga, all’interno della quale inseriamo l’olio d’oliva. Prendiamo aglio e cipolla e tritiamoli finemente per poi aggiungerli all’olio insieme al prezzemolo tritato, i calamaretti e le seppie tagliati a listarelle. Facciamo cuocere il tutto per circa 15 minuti a fuoco lento con coperchio rimestando di tanto in tanto fino alla formazione del sughetto.

A tal punto aggiungiamo l’aceto, il concentrato, il pepe e, se necessario, il sale. Lasciamolo bollire lentamente a pentola coperta prima di aggiungere i pesci, avendo cura di iniziare con i più grossi e dopo 6/7 minuti aggiungendo quelli più piccoli e infine il bicchiere di vino.

Per 20 minuti cuciniamo a fiamma moderata senza muovere i pesci, aggiungendo per ultime le vongole, le cozze e  le canocchie, poi concludiamo con una spolverata di prezzemolo tritato. Il tempo di cottura è variabile in relazione alla quantità e alla pezzatura del pescato, ma solitamente occorrono circa 40 minuti per intenerire i pesci. Con cura, controlliamo la cottura di ogni pesce con una forchetta. Nel caso in cui il sugo è troppo liquido, togliamo il coperchio per farlo evaporare. Prima di servire il brodetto, rimettiamo il coperchio e lasciamo riposare per qualche minuto. Appena pronto, serviamolo con del pane abbrustolito.

Vino e brodetto

Come abbiamo appena visto il brodetto di pesce prevede la presenza di differenti tipologie di pesce fresco, condito da aromi e spezie che ne arricchiscono un sapore già in partenza deciso.

Per il nostro secondo piatto di pesce oggi consigliamo un vino di grande personalità, molto espressivo. Il Pinot Bianco inconfondibile ed estremamente carico di energia nervosa. Il Pinot Bianco è un vino che abbatte le proprie frontiere del gusto nelle sue note affumicate e di pepe, e si arricchisce per la sua vena agrumata e la struttura importante, vibrante, di un nerbo acido saldo ma perfettamente registrato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *