Abbinamento vino e ratatouille

Posted on by

Oggi prepariamo la gustosa ratatouille. Di cosa si tratta? I vostri figli, nipoti o comunque i più piccini sanno di cosa parliamo, di quella ricetta dalle origini francesi, ben descritta nel famoso film d’animazione della Pixar dove un piccolo topo sogna di divenire un grande chef. Tipica della cucina provenzale e in particolare della città di Nizza da cui prende il nome di ratatouille niçoise, si presenta come composta da una varietà di verdure fresche dalla dimensione di piccoli cubetti uguali, da stufare rispettando i tempi di cottura di ciascuno. Se cercassimo una nomenclatura italiana per questa ricetta, potrebbe corrispondere alla nostra peperonata o alla caponata siciliana, propriamente accompagnata da secondi a base di carne.

Ingredienti

  • 280 g di Melanzane lunghe
  • 200 g di zucchine
  • 150 g di peperoni verdi
  • 150 g di peperoni gialli
  • 250 g di pomodori
  • 120 g di cipolle bianche
  • 1 spicchio di aglio
  • Olio extra vergine di oliva q.b.
  • Sale fino q.b.
  • Timo q.b.
  • Basilico q.b.

Preparazione

Se come lo chef del film d’animazione desideriamo cucinare la ratatouille, la prima cosa che dobbiamo fare è lavare con attenzione tutte le verdure, per poi prendere i peperoni gialli e dividerli a metà. Puliamoli ed eliminiamone semi e i filamenti interni, così da dividerli in striscioline. Facciamo la stessa cosa per i peperoni verdi e occupiamoci delle melanzane, spuntandole e dividendole a metà. A tal punto prendiamo un coltello e tagliamo a triangoli la parte esterna della melanzana, evitando il cuore che contiene più semi. É il momento delle zucchine che spuntiamo e tagliamo a metà prelevandone sempre la parte esterna, come per le melanzane. Tagliamo, poi, i pomodori in quattro spicchi che dividiamo in cubetti, mettendoli da parte mentre tagliamo a fettine la cipolla. Siamo pronti per sfogliare il timo, tagliare basilico e tritare il prezzemolo.

Ora cuociamo! In una padella versiamo un filo di olio con melanzane e zucchine per 10 minuti mescolando di tanto in tanto. Allo stesso momento, in un’altra padella, aggiungiamo un filo di olio da amalgamarsi alla cipolla e all’aglio a fiamma media. Appassiti aglio e cipolla, aggiungiamo i peperoni, i pomodori, un po’ d’acqua e il timo, tutto a fuoco medio. Dopo 10 minuti aggiungiamo nella padella contenente i peperoni, zucchine e melanzane, regolando il sale. Lasciamo che cuocia ancora per 12 minuti con coperchio. Aggiungiamo il prezzemolo, il basilico e mescoliamo il tutto. Pronti per gustarla?

Vino e ratatouille

Lo chef del lungometraggio ratatouille, predilige per questo contorno di verdure il grande rosso di Bordeaux e le mitiche bottiglie di un elegante Château Latour del 1967, conquistando il gusto dei protagonisti.

Per la nostra ratatouille oggi vi proponiamo un Cerasuolo di Vittoria, un rosso fermo siciliano, l’unico DOCG di Sicilia. Dalla forte personalità, dal profumo molto intenso e persistente, in grado di condurre al sapore di melograno maturo, caldo e di ottima corposità.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *