Vinnatur a Genova

Posted on by

Il 21 gennaio e il 22 gennaio presso il Palazzo della Borsa a Genova, avrà luogo un evento imperdibile ovvero: si terrà un banco d’assaggio dove tutti gli appassionati potranno degustare in totale autonomia e libertà tantissimi vini naturali.

A partecipare alla manifestazione, ci saranno ben 70 produttori provenienti da tutta Europa. Tutti i loro vini escludono l’uso di sostanze chimiche e manipolazioni da parte dell’uomo. Questa e’ un’occasione davvero unica per poter interagire direttamente con i produttori, degustare i loro prodotti e non solo, ma sarà anche il momento giusto per scoprire come i vini naturali possono abbinarsi perfettamente ad alcune pietanze.

Abbinamenti con cibi artigianali

Nelle due serate verranno organizzate delle cene caratterizzate da piatti tipici del luogo in abbinamento ai vini naturali. Giusto per citare un esempio: la classica papera, la ciabattina integrale o la ciabattina di grano duro nelle diverse interpretazioni di Panino Italiano o il pane, i grissini, i dolci e molte altre leccornie proposte dal Ristorante Piuma.

La quota di partecipazione e’ di 15€ al giorno, acquistabile il biglietto solo all’ingresso, senza prenotazione. Il prezzo e’ comprensivo di guida della manifestazione e calice da degustazione. I minorenni non pagano l’ingresso e non possono effettuare degustazioni.

Per chi e’ interessato a tale manifestazione ecco come raggiungere il Palazzo della Borsa

Per chi arriva in treno: a piedi in 20 minuti di passeggiata da stazione Genova Brignole. Autobus 18 e 18 barrato, fermata via XX settembre. Da stazione Genova Principe, autobus 35 o 35 barrato, fermata via XX settembre. Oppure Metropolitana, direzione De Ferrari, fermata al capolinea De Ferrari

Per chi arriva in auto: comodi parcheggi nelle vicinanze, sotterranei Piccapietra (Largo San Giuseppe), City Park (via D’Annunzio). In superficie Park Vittoria (Piazza della Vittoria) e Carignano (Piazza di Carignano).

Ecco i locali aderenti e i produttori che parteciperanno

Domenica seraPizzeria Piuma: Cinque Campi; Forchetta Curiosa: Etnella – Dos Terrias – Marina Palusci; Ai Troeggi: Cantina Collecapretta; Kowalsky: Meggiolaro vini – Cà Lustra; Les Rouges: Tenuta Belvedere – Cascina Roera – Corte Solidale – Rocco di Carpeneto – Rocca Rondinaria; Barbarossa cafè: Natalino del prete – Sauro Maule; Bellabu: La Biancara -Podere Santa Maria – Weingut Heinrich – Piccinin Daniele; Maninvino: Santa 10 – Podere della Bruciata; Tiflis: Carussin – Valli Unite; Il Canneto: Ravarini; Cantine Matteotti: Del Rebene – Santa colomba; Enoclub:Sieman – Elvira; Antica osteria di Ravecca: Fiore podere San Biagio; Locanda Tortuga: Riccardi Reale – Pian del Pino; Teatro di Campo Pisano: Lusenti – Storchi; Officina 34: Terpin; Zupp: Carlo Tanganelli – Filippi, Vini di Luce; E prie rosse: F.lli Barale; Rosso carne: Corte Sant’Alda; Bruxaboschi/braxe: La Renardiere.

Lunedì seraManinvino: Masiero vini; Enoteca Sola: Casa Belfi; La Meridiana: La Biancara.

Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria da Franz . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *