Come si valuta la qualità di una vodka?

Posted on by

In commercio sono presenti tantissime tipologie di vodka, ma scegliere la migliore a volte si rivela davvero difficile perche’ in realtà ci sono delle caratteristiche imprescindibili che tale bevanda deve possedere.

In particolare, una buona vodka deve possedere due qualità, ovvero:

  • scorrevolezza: quando viene ingerita, lo stomaco non deve bruciare. E’ un po’ come quando si beve un buon bicchiere di vino. Giusto per rendere l’idea di quanto detto: molte volte ti sarà capitato di bere ad esempio del buon vino rosso ed esclamare che “va giù come l’acqua” senza sentirsi appesantiti. Beh, il paragone con la vodka e’ più o meno simile, anche se c’e’ da dire che si tratta sempre di un distillato di 40° a differenza del vino.
  • morbidezza: il suo sapore in bocca deve essere morbido, vellutato

Tuttavia esistono altre caratteristiche che non si può non tenerne conto. Vediamole più nel dettaglio

Altre caratteristiche per scegliere una vodka di qualità

Il primo fattore che incide sulla qualità e’ il processo di distillazione. Molte volte nei vari supermercati troviamo la vodka a prezzi davvero economici, mentre se ci si reca in un negozio specializzato il prezzo tende decisamente a lievitare. Per quale ragione? il motivo e’ molto semplice: il tutto parte dalla distillazione.

La distillazione e’ un processo che serve a separare i componenti volatili di un fermentato in base al loro diverso punto di ebollizione: si selezionano le sostanze desiderabili del distillato eliminando quelle sgradevoli.

La vodka economica viene distillata una sola volta, mentre quella premium arriva addirittura fino a 5 volte.

Un’altra caratteristica che contraddistingue una vodka di qualità da una economica e’ il filtraggio. Cosa vuol dire questo? Una volta che il prodotto viene distillato, c’e’ un’altra operazione che bisogna fare, il filtraggio che consiste di eliminare i sentori sgradevoli.

La vodka economica viene filtrata una sola volta avvalendosi del carbone attivo, mentre quella di qualità viene filtrata diverse volte e molto spesso al posto del carbone attivo alcune aziende si avvalgono del quarzo delle montagne dei monti Urali o dei Calcari della provincia di Champagne.

L’importanza dell’acqua

Un ultimo elemento che bisogna valutare e’ l’acqua. Potrà sembrare una cosa bizzarra ma non lo e’ affatto e ora ti spieghiamo il perche’ di tale affermazione. Se il 40% della vodka e’ caratterizzata dall’alcool, la restante parte ovvero il 60% e’ composta da acqua. 

L’acqua e’ l’ingrediente principale della vodka, per tale ragione bisogna scegliere la migliore fonte sorgiva. Sono tre le tipologie di acqua che si possono aggiungere alla vodka: piovana, distillata o sorgiva.

Le aziende che producono vodka economica non danno molto adito alla scelta dell’acqua, mentre le aziende premium si.

Ovviamente un altro fattore che incide e’ la scelta degli ingredienti per realizzare una una buona vodka Occorrono a tal riguardo ingredienti di qualità (patate, riso, grano) accuratamente selezionati.

Dopo averti elencato quali caratteristiche deve possedere una vodka di qualità, ora potrai fare un acquisto consapevole.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • xtrawine-blog-article-right1
  • Articoli Recenti

  • Facebook

  • 1