Come saranno i prossimi 25 anni del vino?

Posted on by

Abbiamo visto come negli ultimi anni a questa parte moltissime sono state le innovazioni tecnologiche che si sono susseguite anno dopo anno, riuscendo a raggiungere risultati a dir poco sorprendenti e che sono andati oltre ad ogni aspettativa. La velocità dei cambiamenti dunque,  non fa che accelerare, e purtroppo sono in molti a preoccuparsi sulle sorti del vino.

Cosa mai potrà succedere tra 25 anni?  Sebbene i dati non siano stati  analizzati completamente poiche’ il sondaggio e’ tutt’ora in corso,  pare che alcuni fattori negativi potrebbero ripercuotersi sulle sorti della viticoltura generando effetti negativi.

Ecco quali sono gli effetti che potrebbero ripercuotersi sul vino

Il primo tra questi e’ di sicuro il riscaldamento globale. Molte Nazioni si sono unite nel corso degli anni per affrontare questo problema, ma a tutt’oggi non c’e’ una soluzione definitiva. Diverse sono le misure adottate, ma nonostante ciò, il 96% del campione intervistato, si dimostra preoccupato, mentre il 61% e’ concorde del fatto che il riscaldamento globale nonostante le misure cautelative intraprese, l’impatto che si avrà sulla Terra sarà maggiore di quanto successo finora. 

Inoltre soltanto il 27% dei partecipanti al sondaggio, ha dichiarato di aspettarsi un impatto rilevante sulla viticoltura grazie all’introduzione dei robot in vigna. E’ un dato piuttosto sorprendente questo, visto e considerato che sempre più viticoltori hanno dichiarato di avere nelle proprie cantine dei sistemi automatizzati finalizzati alla produzione a medio termine.

In aggiunta, il 57% dei professionisti intervistati si aspetta che il mercato premierà vini con un basso tasso alcolico, se non addirittura nullo, e il 57% ha dichiarato che sicuramente gli spumanti aumenteranno di gran lunga. Il 20% ha poi indicato i vini naturali così come i vini bio come i prossimi cavalli vincenti.

Ma nei prossimi 25 anni a minacciare il vino non saranno le bevande alcoliche e ne quelle analcoliche, bensì la pianta verde che a quanto pare in molti Paesi e’ stata legalizzata.

Brutte notizie anche per i critici, per il 40% il loro ruolo sarà in declino, mentre i sommelier potranno dormire in sonni tranquilli.

Smartphone: la nuova frontiera

il ruolo dello smartphone diventerà importante più di quanto lo sia stato in passato. Molti utilizzeranno il telefonino per effettuare ordini online, e la vendita online dunque sarà più persuasiva e significativa rispetto ai retail tradizionali.

Molti professionisti infine, ritengono che gli strumenti che permetteranno di acquistare un determinato prodotto tramite la sola scansione di un codice a barre o un QR Code, diventeranno molto più importanti di quanto non lo siano stati fino ad oggi, e altri ritengono che la vendita diretta sarà molto più persuasiva rispetto ai giorni nostri.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • xtrawine-blog-article-right1
  • Articoli Recenti

  • Facebook

  • 1