Abbinamento vino e gnocchi alla romana

Posted on by

Oggi vi proponiamo una ricetta tipica della città eterna: gnocchi alla romana. Questo piatto appetitoso si compone di dischi di semolino in crosta dorata, fragrante e succulenta per l’amalgama di burro e pecorino.

Scopriamo la tradizione di questo piatto

Cosa si mangia a Roma il giovedì? Gnocchi, gnocchi alla romana. Si tratta del piatto tradizionale, che segue il detto

Giovedì gnocchi, Venerdì pesce (o ceci e baccalà),

Sabato trippa

per evidenziare l’importanza del giovedì come un giorno quasi festoso che esige un piatto gustoso ed elaborato pronto ad anticipare quello essenziale del giorno successivo. Ancora oggi a Roma vi sono antiche osterie che seguono la tradizione del giovedì, ma in tutto il mondo la bontà di questo antico primo piatto, con differenti tipi di farine e differenti tipi di forme, ne consente ad ogni giorno la possibilità di essere quello giusto.

Ingredienti

  • 250g di semolino
  • 1l di latte intero
  • 100g di burro
  • 2 tuorli
  • 100g parmigiano reggiano da grattugiare
  • 40g di pecorino
  • 7g di sale
  • noce moscata q.b.

Come prepararli?

Per la preparazione degli gnocchi alla romana prendiamo innanzitutto un tegame, versiamogli il latte e poniamolo sul fuoco aggiungendo noce di burro, sale e un pizzico di noce moscata. Attendiamo che il tutto giunga ad ebollizione per poi versarvi il semolino “a pioggia” con l’attenzione di mescolare in maniera decisa così da evitare la formazione di grumi. In questa fase lasciamo cuocere il composto a fuoco basso per qualche minuto, fino al momento in cui non si sarà addensato.

A questo punto togliamo il recipiente dal fuoco e incorporiamo i tuorli al composto, questa volta con un mestolo di legno. Uniamo il parmigiano e mescoliamo il tutto. Adesso versiamo metà dell’impasto bollente su un foglio di carta forno e impastiamolo con le mani in modo da presentarlo secondo una forma cilindrica che avvolgiamo nel foglio di carta forno.

Ripetiamo, ora, la stessa operazione per l’altra metà del composto che abbiamo tenuto da parte e riponiamo i due rotoli in frigorifero per circa venti minuti. Raffreddato il composto, prendiamo un coltello e inumidiamo la lama con dell’acqua per poter ottenere, nel taglio dall’impasto, dei dischi perfetti. Dovremmo ottenere circa 40 dischi che disponiamo in una teglia imburrata e cospargiamo con del burro fuso, non bollente. Aggiungiamo ora sulla superficie della polvere di pecorino romano e cuociamo in forno preriscaldato a 200º per 20-25 minuti (se il forno è ventilato 180° per 15 minuti). In conclusione azioniamo la funzione grill e lasciamo gratinarli per 4-5 minuti. Appena pronti serviamo i ostri gnocchi alla romana fumanti.

Il giusto vino da abbinare agli gnocchi alla romana

Ad una pietanza ricca ed elaborata, saporita e radicata affianchiamo un vino bianco, fermo e leggero, così da esaltare la forza del piatto e apportare il giusto equilibrio. Il trapiantato siciliano Salina Bianco. Dalla brillantezza e trasparenza del suo colore paglierino, al tenue profumo di agrumi, dona alla bocca una delicata freschezza.

Rendiamo, allora, i nostri giovedì più saporiti con gli gnocchi alla romana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *