Brunello di Montalcino: Un vino unico per accompagnare le pietanze natalizie

Posted on by

Tra i vari vini rossi immancabili sulle tavole natalizie c’ e’ di sicuro il Brunello di Montalcino. Si tratta di un vino unico nel suo genere e stile. Sono in molti ad apprezzarlo per le sue qualità organolettiche.

E’ uno dei vini più rinomati al mondo. Secondo una recente indagine infatti, e’ stato appurato che il vino in questione ha venduto oltre 9 milioni di bottiglie soltanto nel 2016, con oltre il 70% della produzione esportata in vari paesi esteri. Gli Stati Uniti ormai si accaparrano il 30% del Brunello venduto (il 12% va in Canada), seguiti da Gran Bretagna e Germania e Svizzera, che ammontano insieme al 20%.  In salita i paesi asiatici, a cui tocca un 15% dell’intera produzione; centro e sud America, invece, ne accolgono circa un 8%. Il restante 15% va in tutti gli altri mercati, fra cui l’Italia.

Nonostante nel nostro Paese a quanto pare, si beve sempre meno vino, la qualità predomina nonostante tutto. Il Brunello di Montalcino resta uno dei vini più apprezzati e deliziosi. Nonostante il cambiamento del disciplinare e le varie vicissitudini, il vino ha l’obbligo di essere fatto solo con il vitigno Sangiovese.

Le sue peculiarità si esprimono con il tempo, dopo un invecchiamento in botti di rovere, e un lungo affinamento in bottiglia.

Caratteristiche organolettiche

Il suo colore e’ un rosso rubino granato, con piacevoli sentori di frutta matura e spezie regalando un sapore unico, caratteristico del territorio di Montalcino. In bocca si presenta intenso, corposo, con richiamo ad aromi quali ciliegia, geranio e spezie come accennato precedentemente.

Il suo sapore e’ asciutto, caldo, armonico e un po’ tannico. L’eleganza e il corpo armonico permettono un accostamento con pietanze molto elaborate e strutturate, quali carni rosse, selvaggina, accompagnate da funghi o tartufi.

Ma trova un buon abbinamento anche con la cucina internazionale a base di carni o con salse. Il Brunello e’ anche un ottimo vino per accompagnare formaggi. 

Per sprigionare tutti gli aromi di questo vino elegante e raffinato al contempo stesso, consigliamo di servirlo in bicchieri ampi. La temperatura ideale di servizio e’ di 18° o 20°C al massimo.

Si consiglia di stappare la bottiglia almeno 2 ore prima del consumo in maniera tale da degustarne tutte le sfumature che solo questo vino e’ in grado di regalare al palato, anche a quello più esigente.

Consigli di abbinamento

Per iniziare la cena di Natale, bisogna puntare su una pietanza semplice ma elegante al tempo stesso come l’uovo al tartufo accompagnato dal pane di segale casareccio. Il sapore del tartufo insieme ai sentori speziati del Brunello, sono un connubio perfetto.

Come prima portata si potrebbe optare per dei tagliolini conditi con il sugo di lepre. Infine una specialità che si sposa bene con questo vino e’ la tagliata ai funghi porcini. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • xtrawine-blog-article-right1
  • Articoli Recenti

  • Facebook

  • 1