Abbinamento vino e paella di pesce

Posted on by

Oggi parliamo di una ricetta alquanto sfiziosa, ovvero la paella di pesce. Si tratta di una pietanza davvero succulenta, e piace proprio a tutti anche ai più piccoli. Non e’ difficile da realizzare ma occorre soltanto qualche piccola accortezza e voilà, il piatto e’ servito.

La paella di pesce nasce a Valencia, in Spagna, dove veniva cucinata con gli avanzi di pesce disponibili in casa. Alla fine dell’800 comincia ad essere servita nei chioschi in spiaggia, e mano a mano conquista tutta la nazione. Ed e’ così che questa pietanza comincerà ad essere apprezzata da tutti, conquistando i palati anche quelli più esigenti. Esistono tantissime varianti, ma la ricetta originale e’ caratterizzata dai frutti di mare.

Vediamo nello specifico quali sono gli ingredienti che bisogna utilizzare per realizzare questa ricetta davvero squisita.

Ingredienti

  • 600 gr di riso
  • 1/2 kg di vongole
  • 1/2 kg di cozze
  • 1/2 kg di gamberi
  • 1/2 kg di calamari
  • 1 bustina di zafferano
  • 1 peperone
  • 2 pomodori
  • 1 limone
  • paprika q.b.
  • sale q.b.
  • 1 spicchio d’aglio

Preparazione

LA prima cosa da fare e’ quella di prendere una padella e aggiungere un filo d’olio e lo spicchio d’aglio. Lasciare rosolare per qualche minuto e in seguito aggiungere il peperone e il pomodoro tagliati a cubetti in precedenza. Dopodiche’ togliere lo spicchio d’aglio e aggiungere le teste di gamberi. Mentre sono in cottura, con l’aiuto di una forchetta, schiacciare le teste in maniera tale da far fuoriuscire la polpa.

Intanto prendere una pentola e versare le cozze e le vongole. Coprirle con acqua e con un coperchio. Accendere il fornello per riscaldare l’acqua e far aprire così i frutti di mare. Tagliare i calamari a pezzi grossolani.

In seguito eliminare le teste dei gamberi e aggiungere l’acqua. Quando bolle accorpare lo zafferano, la paprika, il riso e il sale. Lasciare rosolare.

Attenzione però a non bruciare il riso. Aggiungere a poco a poco le cozze, le vongole, i calamari e i gamberi. Ricordare: i frutti di mare vanno cotti con il loro guscio. Lasciare cucinare per 20 minuti e mantecare di tanto in tanto con un mestolo di legno.

Al termine della cottura, spegnere il riso e farlo riposare per 5 minuti, coprendo la padella con un foglio di carta da forno in modo tale che il riso si asciughi in superficie, altrimenti resta troppo umido.

Come decorazione nel piatto si può aggiungere una fettina di limone. A questo punto la paella di pesce e’ pronta per essere servita.

Paella di pesce e vino: quale abbinare?

Qual ‘e’ il vino che si può abbinare a questa pietanza a base di pesce? Meglio rosso o bianco?

Sicuramente il vino bianco e’ quello maggiormente apprezzato, ma occorre fare le opportune differenze. Se nella paella c’e’ una prevalenza di molluschi, in questo caso e’ meglio optare per un pinot bianco, 

Per le preparazioni dove si fa riferimento al piccolo pescato, in questo caso e’ bene prediligere un Vermentino ligure in quanto si rivela più leggero e morbido.

Buona degustazione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • xtrawine-blog-article-right1
  • Articoli Recenti

  • Facebook

  • 1