Con cosa accompagnare il rum e perche’

Posted on by

E’ noto a tutti che il rum e’ il distillato più famoso al mondo, ottenuto dalla fermentazione dello zucchero di canna. Il suo gusto e il suo aroma ha conquistato gli artisti di ogni epoca. Hernest Hemingway e’ stato l’artista che ha apprezzato maggiormente questa bevanda caraibica tant’e’ che in molti locali ancora oggi tantissimi cocktail a base di rum sono realizzati alla “maniera Hemingway”.

Tipi di rum

Ad oggi tantissimi sono i rum che si possono realizzare. Ne esistono di diverse varietà. Vediamole più nello specifico:

  • Rum bianco: viene utilizzato per la preparazione di cocktail. Non e’ di alta qualità. Deve essere invecchiato per almeno 1 anno
  • Rum ambrato, quest’altra tipologia invece deve essere invecchiata per almeno 4 anni. La sua colorazione e’ un po’ più scura del rum bianco
  • Rum scuro: ha un aroma intenso e un colore pieno.
  • Rum speziato: viene utilizzato in concomitanza con erbe aromatiche, spezie o frutta

Ma la domanda e’: con cosa accompagnare il rum?

Rum e cioccolato e’ il binomio perfetto. Ma accostarlo in maniera equilibrata affinche’ entrambi i sapori vengano esaltati non e’ propriamente semplice. Soprattutto se si tratta di un prodotto di qualità occorre non andare alla cieca per non rovinare l’equilibrio tra i due sapori. E’ un’arte che non si può assolutamente improvvisare.

Ottimo e’ il cioccolato domenicano arricchito a sua volta di mandorle e nocciole, che con il suo gusto ben raffinato e morbido meglio si accosta ad un ottimo rum speziato e fruttato.

Ovviamente per questo abbinamento occorre prediligere un rum di alta qualità, che sia stato invecchiato in botti.

Cioccolato fondente

Cioccolato fondente e rum sono l’accoppiata vincente. Ebbene si cari lettori. Naturalmente la scelta e’ davvero molto ampia, e le produzioni maggiormente preferite sono quelle caraibiche. E questo e’ dovuto per un motivo abbastanza semplice: il cioccolato caraibico e’ il migliore al mondo per il clima e il tipo di terreno su cui viene coltivato.

Quindi per poter fare un ottimo abbinamento e’ necessario prediligere solo ed esclusivamente prodotti di qualità, perche’ se non lo si fa si rischia di mettere insieme due prodotti che, anziche’ esaltarne l’aromaticità, la si schiaccia.

Rum e pasti

Ma il distillato in questione si può abbinare anche ai pasti, se accostato con maestria e sapienza. Un esempio di piatti abbinati al rum? Eccolo: tortino di baccalà con gazpacho scomposto, spiedino di sgombro al cocco, spaghetti al pesto di menta. Questi sono soltanto alcuni piatti abbinati al rum che alcuni chef hanno osato fare. Ma il risultato e’ stato davvero eclatante.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • xtrawine-blog-article-right1
  • Articoli Recenti

  • Facebook

  • 1