Come si fa il gin

Posted on by

Non è difficile realizzare in casa un buon gin. E’ stato fatto per secoli, dunque, la sua preparazione non è per niente complicata. Tuttavia ci sono alcune piccole accortezze che bisogna porre attenzione.

Piccole accortezze da non sottovalutare

La prima cosa importante è la scelta delle erbe botaniche. Le erbe botaniche per la preparazione di questo liquore sono importanti. Pertanto consigliamo, di privilegiare le erbe da campo anzichè quelle acquistate in erboristeria in quanto il gusto tende leggermente a cambiare. Senza contare poi che le erbe appena raccolte nei campi sono ricchi di principi attivi e di aromi, e di conseguenza il sapore che ne scaturirà, una volta pronto il vostro liquore, sarà gradevole e ben aromatizzato.

Un altro aspetto importante a cui porre attenzione è il tempo di infusione. Bilanciare i diversi aromi dunque, richiede diverse prove prima di ottenere un eccellente risultato finale. Consolatevi, perchè cari lettori, neanche Roma è stata costruita in un solo giorno!

Ma prima di illustrare il procedimento, bisogna fare una piccola premessa: diverse sono le piante botaniche che si possono prendere in considerazione, oltre al ginepro, si possono utilizzare altresì i semi di coriandolo, le bucce degli agrumi, la radice di angelica, la cannella o la corteccia di cassia.

Detto questo, qui di seguito trovate la ricetta che può fare al caso vostro.

Ingredienti

  • 750ml di vodka premium
  • 2 cucchiai o più di bacche di ginepro
  • 1 cucchiaino di semi di coriandolo
  • 2 baccelli di cardamomo
  • 2 grani di pepe
  • Mezzo bastoncino di cannella
  • Un pezzettino di buccia d’arancia essicata (togli la parte bianca perché è molto amara)
  • Un pezzettino di buccia di limone essicata (senza la parte bianca)

Preparazione

La prima cosa che bisogna fare è quella di prendere una bottiglia di vetro o un barattolo, sterilizzarlo con acqua calda e in seguito mettere il ginepro. Riempire la bottiglia di vodka e lasciare il ginepro in infusione per 24 ore in un luogo freddo e buio.

Trascorso questo lasso di tempo, assaggiare l’infuso e già si dovrebbe avvertire l’aroma del ginepro. Aggiungere le altre erbe botaniche e lasciare nuovamente in infusione per 24 ore. Almeno 1 volta occorre agitare la bottiglia. Attenzione a non andare oltre le 24 ore.

Assaggiare di nuovo. Se il sapore è abbastanza gradevole, filtrare le erbe botaniche con l’aiuto di un setaccio. Lasciare riposare il liquido per qualche altro giorno e in seguito filtrare nuovamente in maniera tale da eliminare ogni minimo residuo ancora rimasto all’interno del liquido.

A questo punto il vostro gin è pronto per essere gustato in tutta la sua prelibatezza. Come potete ben osservare la procedura non è difficile, basta solamente avere un minimo di accortezza, buona volontà, spirito di creatività e voilà, la vostra ricetta è subito pronta.

Ultimo consiglio

Per facilitare le operazioni di travaso, usate contenitori con l’apertura ampia ( ma non troppo).

A volte i sapori sembrano che non siano bilanciati tra di loro, e come abbiamo detto precedentemente, bisogna fare dapprima un po’ di pratica. Ma non arrendetevi al primo tentativo…continuate a sperimentare e vederete che prima o poi il risultato che ne scaturirà sarà alquanto soddisfacente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • xtrawine-blog-article-right1
  • Articoli Recenti

  • Facebook

  • 1