Abbinamento vino e zafferano

Posted on by

Forse non tutti lo sanno, ma lo zafferano oltre ad essere un ingrediente buonissimo in cucina, può essere utilizzato in tanti altri modi apportando benefici non di poco conto all’organismo umano.

Lo zafferano è utilizzato soprattutto come spezia, il suo aroma in effetti è una delle qualità maggiormente apprezzate in cucina e proprio in virtù di ciò viene utilizzato per moltissime preparazioni, dai primi piatti ai dolci, perchè non contiene alcuna caloria e in aggiunta da colore al piatto oltre che un buon sapore.

Ma oltre a queste caratteristiche lo zafferano è noto per le sue proprietà antidepressive, afrodisiache e antiossidanti. Pertanto oltre a destinarlo nelle pietanze è possibile acquistarlo in erboristeria sotto forma di integratori alimentari o tisane, e i benefici che ne scaturiranno non saranno affatto indifferenti.

Tuttavia in questo post, parleremo non dei benefici che esso apporta al nostro organismo, bensì dei molteplici usi in cucina, prendendo in considerazione alcune ricette.

Risotto allo zafferano e il suo abbinamento

Alzi la mano chi non ha mai provato lo risotto allo zafferano? Si tratta di una vera delizia. La sua realizzazione è così semplice, che chiunque può cimentarsi a prepararlo. E’ un piatto semplice e saporito e a tutti piace per il suo gusto così raffinato e delicato.

Illustriamo velocemente la sua preparazione: prendere una padella aggiungere 2 cucchiai di olio e la cipolla tagliata sottilmente. Farla rosolare per qualche minuto e in seguito versare il riso, sfumare il tutto con mezzo bicchiere di vino bianco. Dopodichè aggiungere gradualmente il brodo vegetale e lasciare cucinare. A cottura ultimata versare lo zafferano e aggiungere qualche cucchiaio di parmigiano Reggiano. A questo punto il riso è pronto per essere gustato in tutta la sua prelibatezza.

Ma quale vino occorre abbinare a questa pietanza?

Sicuramente per poter esaltare tutto il sapore del riso e della spezia occorre prediligere un vino bianco leggero. Un esempio tipico? Eccolo: lo Chardonnay. Esso si sposa molto bene con questo primo piatto. Presenta un colore che va dal giallo paglierino al giallo dorato, e richiama una sorta di profumo di frutta matura ( generalmente mela, banana e ananas) con spiccate note di mineralità al gusto.

Perchè scegliere lo Chardonnay? Le motivazioni possono essere diverse, ma sicuramente la più importante di esse è che questo vino si rivela versatile, duttile, lascia spazio ai sapori della cucina, completandoli. In aggiunta, la gradazione non è troppo elevata e la leggerezza con cui si sposa il cibo, fanno di questo vino una vera e propria eccellenza.

Scaloppine allo zafferano

Un’altra buonissima ricetta sono le scaloppine allo zafferano. La sua preparazione è semplice e molto veloce. Basta rosolare la carne infarinata in padella con due cucchiai di olio, dopodiché aggiungere lo zafferano, il sale e il pepe. Lasciare cucinare il tutto a fuoco lento per 10 o 15 minuti e infine servire la pietanza ben calda cospargendola del sughetto allo zafferano.

Quale vino accostare?

Anche qui occorre abbinare un buon vino bianco per esaltare il gusto della carne. Il Pinot bianco può essere una buona soluzione grazie al suo sapore delicato e vellutato. Si presenta di un colore giallo paglierino con riflessi verdognoli, il suo profumo è abbastanza intenso.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • xtrawine-blog-article-right1
  • Articoli Recenti

  • Facebook

  • 1