Vini rossi argentini, quali sono quelli più importanti?

Posted on by

A quanto pare, l’Argentina, dagli anni ’80 fino ai giorni nostri, è riuscita a conquistare una buona fetta di mercato per quel che concerne la produzione di vini. Nonostante il Paese sia il quinto produttore al mondo, la strada da percorrere è ancora tanta, perchè, secondo il parere di molti, non è riuscita a sfruttare al massimo le sue potenzialità.

Le condizioni climatiche e ambientali sono favorevoli, tuttavia se i produttori non cercano di dare una svolta alla produzione vitivinicola è chiaro che i loro vini non riusciranno mai a raggiungere l’eccellenza. Tuttavia, sussiste un altro piccolo svantaggio, ovvero: i vini che vengono prodotti sono difficili da reperire al di fuori di questo paese, nonostante la produzione sia piuttosto elevata.

Ma c’è da fare una piccola considerazione: alcuni produttori stanno provando a cambiare le cose, in modo tale da far si che il Paese abbia altri riconoscimenti ma questa volta in termini di qualità.Come è stato illustrato poc’anzi le condizioni climatiche e ambientali sono favorevoli, l‘unica cosa che occorre fare è quella di attendere di essere utilizzate nel migliore dei modi.

La produzione

La produzione del vino in Argentina può essere definita in due modi, ovvero: da una parte troviamo alcuni produttori che il loro unico intento è quello di realizzare quanto più possibile grosse quantità di vino ma senza tenere in considerazione la qualità, d’altro canto invece, ci sono alcune cantine che cercano, seppur in piccoli passi di dare una svolta alla produzione, ponendo maggiore attenzione alla qualità piuttosto che alla quantità.

Nonostante la maggior parte del vino prodotto in Argentina appartiene al primo caso, l’esempio del Cile che ha saputo imporsi all’interno del mercato conquistando molti produttori stranieri ha fatto si che l’Argentina rivalutasse il tutto.

I vigneti dell’Argentina possono considerarsi i più alti del mondo, situati in diverse zone delle Ande, e possono raggiungere altresì i 1.500 metri di altitudine. L’abbondanza di acqua nei vigneti ha favorito una resa elevata e pertanto una produzione in grandi quantità di vino.

Per quanto riguardano le varietà di uve coltivate in questo paese, possiamo affermare che sono state introdotte nella maggior parte dagli immigrati che nei vari anni si sono trasferiti li.

La varietà

Il Malbec è una varietà francese una volta molto diffusa nel Bordolese, oggi invece è presente anche in Argentina, dove è il vitigno rosso più piantato. Ha aromi molti intensi e grazie al clima favorevole, riesce a fornire buoni risultati sia in termini di densità che di colore. Inoltre presenta buoni aromi fruttati e strutture tanniche di un certo rilievo.

I migliori vini prodotti con il Malbec

Alamos di Bodegas Esmeralda

Si presenta di colore rosso scuro, l’impianto olfattivo è molto intenso incentrato sui frutti neri, note di catrame, gli idrocarburi. Questo vino è ottimo con le carni ricche e sapide. 

Mendoza Tinto “Pasionado Cuatro Cepas”

Si tratta di un vino rosso rubino con riflessi violacei. E’ caratterizzato da sentori che richiamano i frutti rossi maturi, i quali si correlano a sfumature speziate a base di anice, cioccolato e vaniglia. Al palato si avverte intenso, strutturato e lungo in persistenza.

Si abbina perfettamente con la preparazione di carni rosse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • xtrawine-blog-article-right1
  • Articoli Recenti

  • Facebook

  • 1