Abbinamento vino e pollo

Posted on by

Come abbinare il vino al pollo in maniera tale da esaltarne tutto il gusto della carne? Questo è un dilemma per moltissime persone, ma attenzione, in questa piccola guida indicheremo alcuni consigli che potranno tornare utili ad ognuno di voi se applicati nel modo corretto.

L’abbinamento cibo vino è sempre stato un problema per molti individui, poichè se non si si effettua un giusto accostamento è chiaro che il risultato sarà deludente in quanto il cibo non potrà essere valorizzato in tutta la sua squisitezza. Oggi andremo a parlare di un abbinamento davvero classico con uno dei cibi più apprezzati dell’universo.

Alzi la mano chi non mangerebbe ben volentieri il pollo arrosto. Se non si è vegetariani o vegani, allora questa ricetta potrà deliziarvi in ogni suo aspetto. Il pollo arrosto è un secondo piatto di carne molto saporito, tuttavia occorre prestare attenzione a qualche piccolo accorgimento. Il pollo deve essere cucinato per intero e con la pelle in maniera tale che rilasci il suo grasso e aiuti a mantenere la carne molto tenera. Se si cucina troppo si rischia di seccarlo e il risultato purtroppo, non sarà dei migliori.

E’ molto facile da preparare, prima di infornarlo è bene ricoprirlo sia internamente che esternamente di sale ed erbe aromatiche. Ma come consuetudine vediamo dapprima gli ingredienti che occorrono per la realizzazione di questa ricetta davvero sfiziosa

Ingredienti:

  •  kg di pollo
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 rametto di origano
  • 2 foglie di alloro
  • 5 foglie di salvia
  • 2 rametti di rosmarino
  • olio q.b.
  • sale q.b.

Per la preparazione: per prima cosa preparate il trito di erbe aromatiche, prendete il pollo e adagiatelo su una pirofila. Spennellate la superficie con dell’olio dopodiché ricoprite la parte esterna con il trito di erbe e sale, stessa cosa anche per la parte interna.

Versate qualche goccia di olio anche nella pirofila in maniera tale che durante la cottura il pollo non si attacchi e infornatelo a 200 gradi in forno statico per circa un’ora. Per chi lo desidera può aggiungere le patate come contorno. Naturalmente in questo caso occorrerà infornarle fin da subito visto e considerato che ci vuole un po’ di tempo prima che le patate possano cucinarsi a dovere.

Naturalmente moltissime sono le preparazioni che si possono fare con il pollo.Chi non mangerebbe il pollo al curry o alla cacciatora? Insomma ci si può sbizzarrire come meglio si crede. Ma tornando alla nostra ricetta, ora il dilemma è un altro, ovvero quale vino occorre abbinare?

Abbinamento vino e pollo

Spesso nell’abbinamento con la carne, come il pollo arrosto in questo caso, si rischia di scegliere dei vini troppo strutturati e intensi, ma per chi non lo sapesse, sono elementi che vanno a nascondere il sapore della carne.

Un abbinamento ottimo e gustoso che andrebbe ad esaltarne tutto il sapore del pollo è il vino Chianti. Si tratta di uno dei vini più nobili al mondo, e caratterizzato da un colore rubino brillante, tendente al granato. Il gusto è sapido, asciutto tendente al morbido vellutato con il trascorrere degli anni.

Questo vino è adatto ad accompagnare non solo il pollo arrosto ma anche altre pietanze. Il Chianti prima della degustazione va ossigenato. Per cui è consigliabile al riguardo aprire la bottiglia qualche ora prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • xtrawine-blog-article-right1
  • Articoli Recenti

  • Facebook

  • 1