Abbinamento vino e alici fritte

Posted on by

Oggi parliamo di una ricetta davvero sfiziosa, ovvero le alici fritte. Le alici sono un valido alleato in cucina, costano poco e in aggiunta sono molto buone da mangiare. Tantissime le ricette che si possono realizzare con questo pesce azzurro: le alici arrostite, dal sapore delicato, le alici alla pizzaiola, gli involtini di alici molto stuzzicanti e appetitosi, e via dicendo…

Le alici fritte sono un piatto tipico napoletano. Non sono difficili da preparare, infatti per chi ha dimestichezza in cucina bastano 15 minuti per poter realizzare questa pietanza dal sapore succulento. Questa ricetta piace non solo ai grandi ma anche ai più piccoli e visto e considerato che sono ricche di omega 3 è fondamentale assumerne un buon quantitativo.

E allora senza indugiare troppo, passiamo subito alla ricetta

Ingredienti per 4 persone

  • 700 gr di alici
  • 2 uova
  • 70 gr di farina
  •  cucchiai di parmigiano Reggiano
  • olio di semi per frittura q.b.
  • sale q.b.

Procedimento

Per poter preparare le alici fritte la prima cosa che bisogna fare è quella di pulirle per bene tagliando la testa ed eliminando le anteriora. Lavatele per bene sotto l’acqua corrente in maniera tale che ogni residuo di sporco possa essere completamente eliminato.

Finita questa prima procedura, lasciatele scolare per qualche minuto in uno scolapasta, dopodiché infarinatele. In una ciotola a parte sbattete le uova e aggiungete un pizzico di sale e il Parmigiano Reggiano. Passate le alici una alla volta in questo preparato.

A questo punto prendete una padella versate l’olio di semi e portatelo a temperatura. Mettete le alici, ma fate attenzione a non bruciarle. Generalmente occorrono 2 minuti per lato. Quando saranno dorate toglietele dal fuoco e fate assorbire l’olio in eccesso su carta da cucina.

Infine, aggiungete il sale e servitele ben calde. Il risultato? Eccezionale.Si può aggiungere anche del pepe nero per chi volesse ottenere un sapore più deciso.

Ma ora il problema è un altro, quale vino potrebbe andar bene con questo secondo piatto? Le alici fritti richiedono vini bianchi freschi, poco strutturati. Vediamo più nello specifico qualè il migliore

Alici fritte e Falanghina

La Falanghina è un vino campano, ormai diffuso ovunque. Negli ultimi anni questo vino ha ormai abbandonato l’identità di semplice vino da tavola per affermarsi come una delle varietà a bacca bianca più apprezzate della Campania.

Infatti, grazie alle sue caratteristiche organolettiche, questo vino è apprezzato dappertutto, non solo a livello nazionale, ma anche internazionale. La coltivazione con basse rese e le vinificazioni sempre più accurate, ne hanno fatto un vino di grande personalità.

Falanghina: caratteristiche organolettiche

Per quanto riguardano le sue caratteristiche organolettiche, questo vino ha un colore giallo paglierino molto intenso, caratterizzato da note floreali, aromi fruttati e sentori minerali.

Va servito ad una temperatura tra gli 8° e i 10°. Si abbina molto bene non solo con le alici fritte, ma anche con molte altre pietanze, quali spaghetti ai ricci di mare, pesce alla griglia o al forno, spaghetti alle vongole e si rivela davvero ottimo in abbinamento alla pizza Napoletana.

E allora, per chi vuole fare un buon accostamento con le alici fritte, la Falanghina si rivela un’ottima soluzione!

Provare per credere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • xtrawine-blog-article-right1
  • Articoli Recenti

  • Facebook

  • 1