Quale vino abbinare allo stinco di maiale?

Posted on by

La carne di maiale è rustica, saporita e per questa ragione bisogna accostare un vino corposo e ben strutturato che esalti ancora di più il gusto della carne.

Quest’oggi parleremo di una ricetta davvero gustosa, ovvero lo stinco di maiale con patate. E’ possibile realizzare diverse pietanze con questo taglio di carne, ma secondo noi, preparare questo piatto dal gusto unico e prelibato può essere una buona soluzione per far leccare i baffi anche ai vostri commensali.

Ma qual è l’ingrediente segreto della ricetta? Naturalmente, il tempo! Per poter ottenere una carne morbida e succulenta, essa deve cucinare in maniera molto lenta.

Senza indugiare troppo, ecco gli ingredienti che servono

Ingredienti:

  • 800 gr di carne di suino
  • 1 costa di sedano
  • 500 gr di patate, preferibilmente piccole
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 50 gr di vino rosso
  • sale, pepe e olio q.b.
  • 2 rametti di rosmarino
  • 2 foglie di alloro
  • salvia q.b.

Preparazione: per poter preparare lo stinco di maiale, prima di tutto tagliate molto finemente la salvia e il rosmarino. Dopodiché passate sotto l’acqua corrente le patate e tagliatele a tocchetti. Una volta finita questa operazione, passiamo alla preparazione del soffritto.

Prendete la carota, il sedano e la cipolla. Passate tutto quanto nel mixer e una volta ottenuto il composto versare in una padella antiaderente con olio di oliva. Fate soffriggere per qualche minuto e in seguito adagiate lo stinco di maiale.

Naturalmente la carne dovrà essere priva di grasso. Fatela rosolare nella padella per bene in entrambi i lati, girandola più volte. Aggiungete sale e pepe quanto basta e poi unite anche il composto di erbe aromatiche tritate precedentemente.

Amalgamate gli odori finché lo stinco ne assorba i profumi. Sfumare il tutto con il vino rosso e poi versare l’acqua. Ricordate: lo stinco non deve mai rimanere asciutto altrimenti la carne tenderà a a seccarsi.

Aggiungete le patate e fate cuocere a fuoco moderato per 10 minuti. Le patate devono ammorbidirsi e risultare tenere. Trascorso il tempo di cottura, versare il tutto in una pirofila da forno. Infornate in forno statico preriscaldato a 200° per 45 minuti. Se notate che lo stinco si asciuga troppo versare un po’ di acqua.

Quando la carne insieme alle patate raggiungerà il grado di cottura desiderato, allora toglierli dal forno e servite in tavola.

Quale vino possiamo abbinare?

Diversi sono i vini che possono accompagnare tale pietanza. Visto che si tratta di un piatto ricco, dal sapore intenso è ideale optare per i vini di corpo, quali il Chianti, il Barbera oppure il Nero D’Avola, ma anche il Pinot nero può rivelarsi la soluzione perfetta.

Pinot Nero

Viene considerato in tutto il mondo uno dei più nobili vitigni a bacca rossa. Gli aromi si presentano delicati e sottili, come i frutti a bacca rossa, ciliegia, lampone, mirtillo e fragola. In alcuni casi però, sarà possibile percepire anche amarena e prugna così come aromi floreali come la rosa e la violetta.

Per quanto riguarda il gusto, il Pinot Nero è caratterizzato da una evidente acidità. Ma l’acidità è determinata dal suo grado di maturazione nonché dal luogo in cui esso è stato prodotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • xtrawine-blog-article-right1
  • Articoli Recenti

  • Facebook

  • 1