Abbinamento vino Cannonau di Sardegna

Posted on by

Il Cannonau di Sardegna Doc è un vino da pasto o da fine pasto ed è prodotto nelle seguenti versioni: Rosso, Rosato, Liquoroso dolce, Liquoroso secco. Si tratta di un vino tipico della Sardegna, ed è prodotto in provincia di: Oristano, Nuoro, Cagliari e Sassari.

Questa bevanda la si ottiene con uve di vitigni Cannonau, naturalmente possono concorrere altre uve a bacca nera, l’importante è che siano raccomandati e autorizzati dalla regione sarda.

E’ uno dei vini più apprezzati e prediletti non solo in Sardegna ma anche al di fuori dell’isola. Antiche sono le sue origini. Alcuni ritrovamenti archeologici infatti, sembrerebbero dimostrare il Cannonau come vitigno autoctono dell’Isola. Insomma un vitigno unico in grado di regalare sapore tipici nonchè intensi.

Il Cannonau, con 7.700 ettari di coltivazione, viene prodotto in terreni calcarei e pietrosi, in prossimità del mare e secondo le zone di produzione assume diverse denominazioni.

Cannonau: caratteristiche organolettiche

Questo vino particolarmente apprezzato dal poeta Gabriele D’Annunzio, ha un colore molto intenso che cambia a seconda del grado di invecchiamento. Nella versione Riserva ad esempio, il colore tende all’arancio, il suo profumo è intenso e vinoso, il sapore persistente ma anche sapido e generoso.

Ha un odore abbastanza gradevole, e la sua gradazione alcolica deve essere minima di 12,5°. Il Cannonau di Sardegna in versione Rosato invece ha un colore rosa brillante, odore gradevole e al tempo stesso caratteristico. Al palato si presenta invece sapido, secco ma caratteristico.

Il vino Cannonau di Sardegna si trova facilmente in commercio (qui sul nostro sito ce n’è un’ampia varietà), ed è reperibile tutto l’anno. Per non incorrere in errori quando si va ad acquistare il vino in questione, ogni sua etichetta deve riportare la dicitura “Denominazione di Origine Controllata“, accanto naturalmente, a tutte le altre indicazioni previste per legge.

Etichetta del vino Cannonau di Sardegna Doc

Come illustrato precedentemente, ogni bottiglia deve riportare sull’etichetta la menzione della Denominazione di Origine Controllata, la zona geografica in cui la varietà del vino è coltivata, denominazione del prodotto, volume nominale del vino, nome e ragione sociale nonchè sede dell’imbottigliamento, indicazioni del lotto, indicazioni ecologiche, numero e codice imbottigliatore che può anche apparire sul sistema di chiusura del tappo.

Vino Cannonau e l’abbinamento con le pietanze

Quali pietanze si possono abbinare con il vino in questione? Il vino Cannonau di Sardegna Doc è un vino rosso che si abbina perfettamente con i secondi piatti, in particolar modo con la carne bovina, carne bovina bianca arrostita e selvaggina.

Il Cannonau di Sardegna rosso può essere accostato con i primi piatti con sughi di carne, agnello allo spiedo, formaggi ovini stagionati. Per assaporare ogni goccia di tale bevanda, esso va servito in calici bordolesi e la temperatura deve essere compresa tra i 16 e i 18°.

Per quanto riguarda invece la versione Rosato, il vino può essere accostato ad antipasti di salumi magri, zuppe di pesce e carni bianche. La temperatura ideale è di 12-14°. Va servito in calici a tulipano ampio.

Nella versione liquoroso dolce si sposa molto bene con ogni tipo di dessert e dolci tipici come gli amaretti e altri tipi di biscotti. E’ consigliabile servirlo ad una temperatura compresa tra i 18 e i 22°.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *