Quando si raccoglie l’uva per il vino

Posted on by

Per vendemmia si intende il momento in cui l’uva viene raccolta dai vigneti e trasportata in cantina, per poter essere lavorata e ottenere così il vino. La raccolta  è una delle fasi più importanti che giunge a conclusione dopo diverse fasi, che se seguite correttamente, la qualità del vino sarà veramente eccellente.

Tuttavia il periodo di raccolta può dipendere da svariati fattori, quali: condizioni climatiche, tipo di uva o tipo di vino che si vuole ottenere, composizione del suolo, zona di produzione. Ma in diverse zone si tende ad effettuare “vendemmie tardive” , con l’errata convinzione che una raccolta ritardata di giorni o addirittura di settimane possa aumentare il grado zuccherino nell’uva.

Occorre vendemmiare l’uva quando essa è matura, e per poter capire meglio il periodo ottimale si possono utilizzare vari calcoli, tra questi spicca l’indice di maturazione dato dal rapporto tra zucchero e acidità totale. Se gli indici mantengono valori costanti in questo caso si procede alla raccolta dell’uva.

E’ possibile riconoscere tre periodi vendemmiali, ovvero: agosto-settembre, settembre-ottobre, ottobre-novembre.

La vendemmia: come viene eseguita?

La raccolta dell’uva può essere manuale oppure meccanizzata. Per quanto riguarda la prima tipologia c’è da dire che assicura senza ombra di dubbio, una migliore qualità del prodotto, poiché permette di raccogliere solamente l’uva buona  in relazione al grado di maturazione. D’altro canto però, ci sono alcuni svantaggi che non si possono sottovalutare, uno di questi riguarda i costi da sostenere per la manodopera. 

Per quanto riguarda invece la vendemmia meccanica essa offre buoni risultati in termini di qualità del prodotto, rapidità del lavoro, riduzione dei costi. Con la meccanizzazione si riduce a circa 80 ore per ettaro il lavoro della manodopera in vigneto. Ma ci sono anche degli svantaggi in questo caso: questo sistema non permette di scegliere l’uva da raccogliere a differenza della prima tipologia e in aggiunta nelle zone ripide di montagna o di pianure tale operazione non può essere eseguita.

Quando avviene la maturazione dell’uva?

Quando gli acini tendono ad ingrossarsi e a prendere colore ha inizio il cosiddetto processo di maturazione dell’uva. In questa fase particolare la polpa diventa morbida e in essa si concentrano gli zuccheri. Durante questa fase, il sapore aspro diminuisce. La maturazione dell’uva dunque, è uno dei momenti più importanti per capire bene qual è il periodo più consono per la vendemmia.

Quali sono le regole base per una raccolta dell’uva efficace?

Per una corretta fase vendemmiale è necessario rispettare alcune regole base, ovvero:

  • evitare di raccogliere l’uva quando è bagnata perchè potrebbe compromettere la qualità del vino
  • non raccogliere durante le ore più calde della giornata in modo tale da impedire probabili fermentazioni indesiderate
  • riporre accuratamente l’uva in contenitori, ma che non siano troppo capienti per evitare schiacciamenti
  • una volta che l’uva è stata raccolta trasportarla immediatamente alla cantina per eseguire la lavorazione in maniera tale da impedire macerazioni o fermentazioni indesiderate.

In passato la vendemmia era un rituale della famiglia, oggi le cose sono un po’ cambiate, ma lo spirito è rimasto sempre lo stesso: una festa che conclude il faticoso lavoro, fatta di racconti e brindisi del vino che verrà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • xtrawine-blog-article-right1
  • Articoli Recenti

  • Facebook

  • 1